Bollette più care? La maggioranza dice SI

NewTuscia – VITERBO – Aumento tariffe Talete? La maggioranza in consiglio comunale dice SI, votando favorevolmente all’ODG dei consiglieri Ricci, Serra, Delle Monache e Frittelli.

Vi ricordate le parole del Senatore Fusco in cui si diceva assolutamente contrario all’aumento del 7,6% della bolletta Talete? Beh dimenticatele perché questa mattina il suo gruppo in consiglio comunale, lo ha sconfessato dicendo un chiaro SÌ.

Adducendo motivazioni alquanto singolari: secondo la capogruppo della Lega se avessero votato contrariamente all’aumento le bollette, queste sarebbero cresciute molto di più. Cosa questa non rispondente al vero: il documento di sintesi fornitoci da Talete spa spiega tra le altre ipotesi che:” La mancata approvazione da parte della Conferenza dei Sindaci della revisione tariffaria 2018/2019, del piano degli interventi e dell’istanza di riequilibrio prospetterebbe i possibili seguenti scenari:

– Talete e EGA non procedono all’inoltro di istanza di revisione tariffaria per cui ARERA può        procedere a deliberare d’ufficio: la DECURTAZIONE delle attuali tariffe 2018 e 2019 del 10%.

Per cui altro che aumento, ci poteva anche essere una riduzione. Capiamo che giustificare l’ingiustificabile a volte risulta difficile ma, forse, non motivare sarebbe stato molto più saggio: per chiudere una falla la lega ha aperto una voragine.

Purtroppo le assurdità non si sono limitate a questo, la maggioranza arriva in consiglio senza un proprio odg e appoggia quello a prima firma Ricci, che per confermare l’assurdità della giornata va fuori tema e invece di parlare dell’aumento delle tariffe parla di altro. Meglio non far sapere ai cittadini che anche lui e gli altri tre firmatari, vogliono che la bolletta aumenti.

A quanto pare il Sindaco Arena più che votare si ad un aumento tariffario giustificato da un chiaro programma di investimenti, del quale per ben tre volte ho espressamente richiesto chiarimenti in merito senza avere risposta. Il sindaco ha detto si più per una sorta di fede e non per reale cognizione di un piano. Ci verrebbe da dire che in questo caso si è passati dalla politica alla religione.

Sicuramente oggi è stata scritta una pagina di storia politica viterbese che ha messo inequivocabilmente in evidenza chi sta veramente dalla parte dei cittadini e chi invece lo fa solo a parole.
Voglio pubblicamente ringraziare I gruppi consiliari di Viva Viterbo, PD e Viterbo 2020 che hanno aderito al mio ODG e che lo hanno reso, con il loro prezioso apporto, quanto di meglio si potesse fare per la città e i viterbesi.

Un ringraziamento particolare va al Comitato non ce la beviamo che ha condiviso con noi questa battaglia.
Noi continueremo la lotta per l’acqua pubblica in regione per i decreti attuativi della legge 5 e in parlamento per l’approvazione del dlgs 52 che finalmente darà ’di novo ai cittadini il bene comune per eccellenza: l’acqua!

Chi oggi ha votato contro il nostro odg, se ne faccia una ragione: l’acqua molto presto tornerà in mano ai cittadini e saranno loro a decidere come gestirla al meglio.

Massimo Erbetti
Consigliere comunale M5S