Decretone, Tiso (IC): “Quota 100 e Reddito Cittadinanza non convincono”

loading...

NewTuscia – ROMA – “Nelle scorse ore il Consiglio dei Ministri ha approvato Reddito di Cittadinanza e Quota 100. E al termine della riunione, il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e i Vice Presidenti Luigi Di Maio e Matteo Salvini hanno illustrato in conferenza stampa il provvedimento. Un provvedimento che non convince “Iniziativa Comune” nella forma e nella sostanza.

Sul capitolo “Quota 100″, almeno due i dubbi: primo, non ci sarebbe alcuna certezza che al milione di uscite possa corrispondere un milione di nuovi posti di lavoro. Anzi, come anticipato anche dalla stampa, ci sarebbe la probabilità che le imprese ne approfittino per ristrutturare l’organico, sopratutto con un ciclo economico che tende alla recessione, ridimensionandolo. Altro aspetto poco chiaro poi sono le garanzie finanziarie in merito alla misura economica. Anche sul reddito di cittadinanza, nutriamo forte perplessità poiché rischia di essere una forma assistenzialistica e non di lavoro, col pericolo – senza gli opportuni controlli – di foraggiare il lavoro nero. Speriamo bene”.

Così, in una nota, il portavoce di Iniziativa Comune, Rocco Tiso.