Noi per Vetralla, replica al sindaco Coppari

NewTuscia – VETRALLA – Riceviamo e pubblichiamo da Giulio Menegali Zelli Iacobuzi, Consigliere Comunale di Vetralla, il seguente comunicato.

Che (un quotidiano on line di larga diffusione) fosse una testata dalle qualità giornalistiche fuori dal comune era cosa nota, tuttavia non può non stupire la capacità, quasi taumaturgica, di dare voce agli zombie. L’intervista fiume rilasciata dal Sindaco Coppari, la cui voce nessuno sente più da mesi in Consiglio e che ormai parla più poco anche al baretto da cui partì anni fa il putsch civico ricordato nell’articolo, rappresenta un’operazione giornalistica di elevato spessore. Ora all’amico Camilli, estensore dell’articolo, ricordo che alle elezioni del 2011 (le prime alle quali partecipò Passione Civile) il risultato non “sfiorò la vittoria”: fu anzi piuttosto modesto, arrivando la compagine terza con un distacco di quasi millecinquecento voti.

Varrebbe anche la pena di ricordare che la vittoria del 2016, con poco più di 2600 voti, è la più contenuta che si ricordi in un paese che, all’ultimo censimento, contava quasi quattordicimila abitanti. Ma veniamo al dunque. Un Comune non si indebita come si indebita un qualsiasi giocatore di slot machines: i mutui iscritti in Bilancio permettono l’operatività dell’Ente, tramite manovre come la devoluzione che ha permesso alla stessa Giunta Coppari di recepire fondi regionali cofinanziati. Termini che magari possono sfuggire ad un cittadino che non abbia esperienza amministrativa, ma non al primo cittadino di Vetralla.

E comunque lo stesso problema era presente già per la passata amministrazione, come lo era la scarsità di personale. Anche se l’attuale amministrazione ha prontamente provveduto a delle assunzioni, come dovrebbe essere noto al Sindaco. Almeno questo problemino Coppari l’ha potuto risolvere grazie agli spazi economici mantenuti dalla passata amministrazione. Sulla sfilza di risultati ottenuti vale la pena di spendere solo qualche parola. La maggior parte della viabilità è stata ristabilita da altri Enti (Provincia, Regione…che improvvisamente hanno ritrovato il feeling per la città di Vetralla, ignorata negli anni scorsi) e le uniche strade di pertinenza comunale riasfaltate, sono state individuate con criteri tecnici non meglio precisati dalla Giunta, costringendomi ad un esposto presso la Procura della Repubblica.

E veniamo alla fantomatica Casa delle Donne, fiore all’occhiello del Sindaco e del Presidente del Consiglio. Anzi Presidenta. A Vetralla nessuno ha capito bene a cosa serva, cosa si faccia al suo interno, quale ricaduta positiva abbia avuto sul centro storico. O perché e a che titolo ad esempio, gli operai della Vetralla Sevizi, abbiano svolto opere al suo interno. In compenso è stata visitata dall’ex Presidenta Boldrini. Un notevole risultato per tutti i vetrallesi. E poi vabbè, il Sindaco dell’ultima roccaforte del PD e della sinistra agonizzante della Tuscia, non poteva esimersi dal pistolotto immigrazionista. Perchè a Vetralla di presunti profughi ne sono arrivati molti. E di quelli invece i cittadini vetrallesi si sono accorti. E come.

 

Giulio Menegali Zelli Iacobuzi

Consigliere Comunale “Noi per Vetralla”

Un pensiero riguardo “Noi per Vetralla, replica al sindaco Coppari

  • 13 Giugno 2019 in 11:56
    Permalink

    I just want to mention I am just all new to blogging and truly loved your page. Probably I’m want to bookmark your site . You really come with wonderful article content. Kudos for sharing your webpage.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *