Gemellaggio Istituto “F. Orioli” di Viterbo con Istituto “D’Authie” di Doullens grazie al progetto “etwinning move2learn Alimentation et Santé”

loading...

Simonetta Melinelli 

NewTuscia – VITERBO –  L’Istituto “F.Orioli” di Viterbo e l’Istituto “D’Authie” di Doullens, gemellati grazie al progetto biennale etwinning move2learn Alimentation et Santé, con visite reciproche di alunni e professori per migliorare il francese e sviluppare una conoscenza reciproca su alimentazione, salute,abitudini alimentari e salvaguardia dell’ambiente.
Tre i Paesi coinvolti Italia, Francia e Romania.

Grazie alla lungimiranza del Dirigente scolastica dell’Istituto Orioli di Viterbo, Prof.ssa Simonetta Pachella, che ha incoraggiato sempre e stimolato la costituzione di una Commissione Easmus presso l’Istituto Orioli di Viterbo –  coordinata magistralmente dalla Prof.ssa Patrizia Falesiedi e supportata dalla Prof ssa Alba Paioletti – diversi progetti Erasmus hanno permesso da anni ad alunni e professori di visitare altri Paesi, incrementando le proprie conoscenze linguistiche e culturali.

Il progetto Etwinning Move2learn ha previsto un’ ultima visita in Francia, perciò la Prof.ssa Simonetta Melinelli, di francese, ha accompagnato cinque alunne dell’Orioli in Francia, Ester Scipio e Negru Mariana del terzo aziendale ad indirizzo turistico, Eleonora Gemini ed Iryna Piryzhok del quinto e Annachiara Affatato del quarto sociosanitario, ospitate da famiglie e alunni dell’Istituto d’Authie a Doullens nella Picardia a nord della Francia.

Dal 10 al 16 dicembre 2018, le alunne hanno partecipato a delle lezioni nell’istituto d’Authie gemellato , mangiato nella splendida mensa scolastica, soggiornato in famiglie con alunne francesi, visitato l ‘asilo comunale, il Centro Geriatrico pubblico, visitato le splendide città di Doullens, Arras, Amiens e Parigi.
I biglietti di treno pullman ed aereo da Viterbo a Doullens e rientro, nonché il soggiorno nelle famiglie francesi sono stati completamente gratuiti per le famiglie degli alunni dell’Orioli, poiché finanziati con fondi europei e grazie all’ospitalità organizzata dalla Prof.ssa Estelle Gregoire, responsabile progetti Erasmus dell’Istituto d’Authie gemellato.

In precedenza dal 18 al 24 novembre 2018, ben dieci alunne e due professori dell’Istituto d’Authie avevano fatto visita all’Istituto Orioli a Viterbo, assistiti e accompagnati dalle medesime cinque alunne dell’Orioli e dalla Prof.ssa Melinell., in visita al Centro Geriatrico Giovanni XXIII, guidata dal Direttore Dr. Attilio Rosati, poi al Frantoio Il Paradosso, interessantissima con visione ed illustrazione degli strumenti anticamente utilizzati e le moderne attrezzature comunque di spremitura con macina a freddo, le bellezze architettoniche e museali di Viterbo, le Terme dei Papi, con spiegazione del Direttore Sanitario sulle proprietà curative delle acque termali, celebri fin dai tempi dei romani e un rilassante e rigenerante bagno in piscina, che dopo la visita a Roma del giorno precedente con ben 20 km a piedi macinati per godersi le bellezze monumentali della Città Eterna ha rappresentato una evidente dimostrazione del relax e proprietà decontratturanti offerti da queste acque, poi la visita a Capodimonte, guidata dalla Direttrice dell’interessantissimo Museo della Navigazione, ove modelli e reperti rinvenuti, anche nel lago, di barche italiane ed europee dalle origini ai nostri giorni, sono esposti con dovizia di particolari, e dulcis in fundus la visita alla ormai famosissima Civita Di Bagnoregio.

A Civita di Bagnoregio, il Vice Sindaco Luca Profili ci ha calorosamente ricevuti a nome del Sindaco Brugiotti, donando brochures in francese e una medaglia coniata dal comune per ricordare il legame di Civita con la Francia, inoltre gratuitamente ci ha fatto visitare lo splendido Paese che muore e il geologo responsabile del museo del territorio ci ha sapientemente illustrato i mutamenti geologici dell’area per spiegarci le problematiche attuali di conservazione, il costante monitoraggio, le ricerche e i progetti in corso.

Le alunne hanno usufruito di un corso di francese gratuito pomeridiano aggiuntivo, della Prof.ssa Melinelli, per preparare video presentazioni ed opuscoli in francese sui luoghi che gli ospiti francesi avrebbero visitato.

Questa esperienza in cui ogni spostamento e’ stato effettuato a piedi per diminuire l’impronta di carbonio individuale sul pianeta, come previsto dal progetto europeo, ha fatto consumare km ai partecipanti a piedi sotto una pioggia incessante a novembre in Italia a novembre e a meno sei gradi in Francia a dicembre, esponendo i partecipanti a condizioni di vita molto diverse tra i due Paesi, facendo provare le due diverse cucine tipiche e costringendo i partecipanti a fare sport e consumare calorie al contempo, cioè capire la correlazione tra sport, movimento, alimentazione e salute, scopo del progetto.

A Viterbo le cene si sono svolte presso l’Antica Taverna Etrusca con menu tipici diversi ogni sera ad un ragionevole costo contenuto, per permettere alla delegazione francese di assaporare gli ingredienti locali.
La scuola francese ha coperto l”intero costo con fondi Erasmus e regionali francesi.

Inoltre i partecipanti italiani hanno migliorato il proprio francese con notevoli benefici sul rendimento scolastico e aperto nuove opportunità di stage in Francia e in Italia, come già avvenuto per alcune alunne francesi dell’Istituto d’Authie presso il Centro Geriatrico Giovanni XXIII, lo scorso anno, grazie all’assistenza dell’Istituto Orioli, e quest’anno grazie a finanziamenti Erasmus.

Il team Erasmus dell’Orioli non smette di presentare progetti europei Erasmus e Etwinning per offrire nuove migliori possibilità, di crescita culturale nonché’ pi ampie prospettive professionali ed occupazionali in Europa, ai propri alunni di Moda, Sociosanitario, Artistico, Ipsia, Aziendale Turistico, inoltre il nostro partner francese si è offerto di assisterci nell’organizzazione di esperienze di stage per i nostri alunni in Francia.

Questo potrebbe permettere ad alunne interessate di trovare nuove stimolanti opportunità lavorative in Francia.
Questo l’auspicio per il 2019 della Dirigente, Commissione Erasmus e Docenti dell’Istituto Orioli di Viterbo che non smetteranno di prodigarsi in tal senso.

Ora il prossimo incontro tra i tre Paesi partner per la rendicontazione finale del progetto sara’ in Romania dal 3 al 9 marzo, ove ancora nuove alunne dell’Orioli potranno beneficiare gratuitamente di questa nuova mobilita’ del progetto.
Un nuovo anno ricco di prospettive e di sviluppi interessanti per l’Istituto F. Orioli di Viterbo quindi!