Erbetti (M5s): “Intollerabile chiusura dei punti di primo intervento ospedaliero di Montefiascone e Ronciglione”

NewTuscia – VITERBO – Con la delibera 2447 del 28 dicembre 2018, la ASL di Viterbo intende chiudere i punti di primo intervento ospedaliero di Montefiascone e Ronciglione. Così facendo, questi, dal mese di febbraio, sarebbero ridotti a semplici ambulatori aperti dalle 8:00 alle 20:00. Per le restanti 12 ore i residenti dovranno rivolgersi al 118 ed essere trasportati all’ospedale di Belcolle.

Questo fatto è intollerabile in quanto mette a rischio la salute dei cittadini dei paesi interessati, allungando notevolmente i tempi di intervento, e porterà al collasso il pronto soccorso di Viterbo, già oberato di lavoro, mettendo a rischio di conseguenza anche quella dei viterbesi.

La salute dei cittadini non si tutela facendo semplici calcoli matematici in base ai quali i punti di primo intervento vengono chiusi considerando solo il numero di interventi praticati, non siamo numeri, ma persone e alcune volte anche pochi minuti in più o in meno fanno la differenza fra la vita e la morte.

Chiedo con forza e fermezza al Sindaco Arena, quale garante della salute pubblica e membro della conferenza dei Sindaci, quale sia la sua posizione in merito e cosa intende fare materialmente per tutelare i propri cittadini.

Signor Sindaco la questione è seria, con la salute non si scherza, si attivi immediatamente e fermi questa assurdità.

Massimo Erbetti
Consigliere Comunale M5S

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *