Lavoro. Corrotti (Lega): “La Regione Lazio nega una seconda possibilità ai nostri giovani”

loading...
NewTuscia – ROMA – “La Regione Lazio, attraverso Garanzia Giovani, non aiuterà i nostri ragazzi che hanno già aderito una volta al programma a trovare una nuova occupazione pur avendo tutti i requisiti anagrafici giusti: è questo quanto si traduce dalla Determinazione N. G17630 del 27 dicembre 2018.
È inaccettabile che una Regione con un tasso di disoccupazione giovanile al di sopra della media nazionale attui queste politiche nei confronti di una fascia d’età che va dai 15 ai 29 anni. Una seconda possibilità negata è un voler limitare ancor più l’accesso nel mondo del lavoro, recando inevitabilmente delle conseguenze occupazionali negli anni a venire. A fronte di tante belle promesse in campagna elettorale per le primarie del Pd, il presidente Zingaretti si dimentica così dei nostri giovani, definiti NEET, preferendo lasciare inutilizzata una buona parte del Fondo sociale europeo, come è accaduto negli ultimi anni e bocciare un emendamento a mia prima firma che chiedeva un riproporzionamento dell’indennità, attualmente la più alta in Italia, in modo da facilitare il ragazzo nell’inserimento nel mondo del lavoro.” Così in una nota Laura Corrotti, consigliere Lega alla Regione Lazio