Confesercenti Viterbo, al via sabato i saldi invernali

NewTuscia – VITERBO – Sabato prossimo prenderanno il via nel Lazio e, dunque, anche nella Tuscia, i saldi invernali 2019 che sin da ieri sono iniziati in due regioni e entro la settimana partiranno in tutta Italia, primo grande appuntamento commerciale dell’anno.

Particolarmente elevata l’adesione di negozianti e consumatori: a partecipare alle prossime vendite di fine stagione saranno infatti circa 280mila attività commerciali, inclusa praticamente la totalità dei negozi di moda e di tessili. Secondo gli esperti un italiano su due (il 47%) ha già deciso che approfitterà dell’occasione per fare almeno un acquisto, valutando di investire, mediamente, 122 euro a persona, par a circa 280 euro a famiglia. È quanto emerge dall’indagine sui saldi invernali condotta da Confesercenti in collaborazione con SWG su un campione di 600 commercianti e 1.500 consumatori.

“Quest’anno gli sconti di partenza saranno più alti della media e l’assortimento molto ampio, visto il meteo incerto che ha caratterizzato la stagione invernale. Per i consumatori sarà meglio del Black Friday, con un periodo di sconti più lungo e tutti i vantaggi del negozio tradizionale”, spiega Roberto Manzoni, presidente di Fismo Confesercenti.

“Conoscere i prodotti ed essere conosciuti dal commerciante, con cui si costruisce un rapporto di fiducia, e poter valutare toccando con mano i prodotti da acquistare – afferma Lina Novelli, responsabile provinciale e componente dell’assemblea nazionale Fismo – Un’occasione di risparmio per i consumatori, ma anche di vendita per le imprese, che cercano l’inversione di tendenza dopo l’ennesimo anno fiacco. Anche le vendite di Natale, seppure positive, sono state sotto le attese. Una sensazione confermata dal sondaggio sui consumatori: il 45%, infatti, ammette di aver aspettato i saldi di gennaio per terminare almeno un acquisto di Natale. Complessivamente, comunque, il 48% degli italiani ha già deciso di partecipare ai saldi. Tra chi compra, il 16% spenderà di più, mentre il 70% cercherà di tenersi sulle stesse cifre dello scorso anno. Si cercheranno, in particolare, calzature: un nuovo paio di scarpe è l’acquisto in saldo più desiderato dagli italiani, indicato dal 28%. Seguono i prodotti di maglieria, preferenza per il 22% di chi partecipa ai saldi, ed i pantaloni (14%). Alto l’interesse anche per i prodotti tessili e moda per la casa (9%) e per i capispalla, come giubbotti e giacconi, ricercati dal 7% dei consumatori”.

“Troppa confusione  ancora esiste sulla questione dei saldi – ribadisce Vincenzo Peparello, presidente della Confesercenti di Viterbo – Per dirne una: già da diverso tempo le persone vengono invitate attraverso sms, on line o con cartelli, a prenotare  ed acquistare merce con sconti ancora prima dell’inizio della campagna vera e propria. Inoltre i saldi invernali fatti partire ( questo da tempo viene da noi sottolineato e chiesto di inserire in una legge nazionale) praticamente quando ancora l’inverno deve iniziare (stessa cosa accade con i saldi estivi che vengono fatti partire a stagione con molto anticipo) e non sono terminate le festività natalizie (e ciò snatura il valore dell’iniziative), mentre gran parte della disponibilità finanziaria delle famiglie è stata già utilizzata”.

Confesercenti – Viterbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *