Si rinnova la tradizione dei Paesi Presepio… gli auguri in musica con il Coro Polifonico Hortae

di Simone Stefanini Conti

NewTuscia – ORTE – I giorni di Capodanno 2019 saranno vissuti ad Orte nel segno della cultura, della solidarietà e dello stare insieme.

I parroci don Maurizio Medici e don Giuseppe Aquilanti hanno predisposto momenti di riflessione per tutti coloro che intendono approfondire il significato reale del Natale come festa delle famiglie e come solidarietà. Le iniziative culturali prevedono la visita del Presepe allestito nella Contrada di San Sebastiano, a cui seguiranno i presepi allestiti in tutte le chiese parrocchiali.

Il Coro Polifonico Hortae del Dopolavoro Ferroviario, diretto dal Maestro Filippo Proietti eseguirà sabato 29 dicembre alle ore 18,30 il Concerto Augurale per il Nuovo Anno 2019 presso la chiesa di Sant’Antonio in Orte Scalo. 

Altro appuntamento musicale domenica 6 gennaio per l’Epifania con il concerto “Stelle di  Natale in concerto” presso l’Auditorium di Orte Scalo con il Coro il Pentagramma diretto da Roberta Maria Primavera.

Il presepe artistico in taverna viene realizzato ogni anno durante le festività natalizie all’interno  della Contrada San Sebastiano di Orte, che si raggiunge attraversando la Piazzetta del Belvedere da cui si gode il panorama sul Colle di San Bernardino e la chiesa della Trinità, illuminata per le festività da una suggestiva stella Cometa e da centinaia di fiammelle.

Da oltre un decennio i presepisti di contrada, realizzano una riproduzione fedele in scala di uno “spicchio” di centro storico nella “Taverna della Civetta”. Entrare nel Presepe di Contrada, significa abbandonarsi alla magia di un mondo tanto diverso dal nostro, un mondo in cui l’uomo ritorna, con la sua semplicità, ai suoi veri valori, un mondo nel quale riscoprire la semplicità, le arti e i mestieri di un tempo. Lungo il percorso che porta alla Natività che riproduce fedelmente le strade e le piazzette di Orte Medievale prenderanno vita davanti agli occhi del visitatore il falegname, il fabbro, le lavandaie alle fontane del paese, il fornaio, l’oste, i mercanti… uno spettacolo emozionante.

Le luci soffuse e le fiaccole accese della Taverna medievale che conduce agli itinerari di Orte sotterranea, la suggestiva ambientazione medievale saranno lo scenario che farà rivivere  l’atmosfera interiore e le suggestioni del Natale.

Venerdi 5 gennaio arriva la Befana  ed i Canti di Questua della Pasquarella. Al Borgo San Lorenzo il 5 gennaio appuntamento con la Befana e la Tombola dei Bambini ed alle ore 18 prenderà il via “La Pasquarella”, tradizionale rassegna di Canti di Questua per le vie ed i borghi della città a cura dei Cantori della Pasquarella. Nel pomeriggio del 6 gennaio la Befana visiterà i bambini all’Auditorium parrocchiale di Orte Scalo a cura del  Comitato Classe 1978.