Anna Fusco: “Ho sconfitto tutti i miei demoni, pronta per SuperAbile”

NewTuscia – BASSANO ROMANOAnna Fusco sarà la nuova testimonial di SuperAbile. La bellissima 28enne romana, mannequin per “Models of diversity” (dove figura anche Chiara Bordi) del direttore Alessandro Capoccetti , cantante e finalista regionale a Miss Italia (2014 e 2018) entra a far parte del progetto nato a Bassano Romano ideato dal consigliere comunale Alfredo Boldorini, con il supporto di Alessandra Mosci e Fortunata Scarponi.

Nata senza avambraccio sinistro, Anna Fusco – settima testimonial – andrà ad affiancare nel lavoro nelle scuole gli ormai “veterani” Lorenzo Costantini, Chiara Bordi, Marzia Viola, Brunella Roscetti, Flavia Alcibiade e Chantal Pistelli McClelland, referente del format su Pisa e provincia.

“Ringrazio SuperAbile ed in particolare Alfredo Boldorini per avermi coinvolta in questo bellissimo ed unico progetto – esordisce Anna Fusco. Grazie a questo format – aggiunge la 28enne romana –, per la prima volta, avrò la possibilità di raccontarmi. La mia vita? Ho dovuto imparare ad affrontarla sin dalla nascita e adattarmi ad un mondo fatto per due mani con una sola. Sin da piccola sono sempre andata in giro con la consapevolezza di essere sottoposta costantemente al giudizio altrui. Tendevo a nascondermi, ero un in sovrappeso. Le persone che mi amano mi dicevano: ‘se tu vedi il problema, lo vedranno anche gli altri’.

In seguito capii che avevano ragione. A 14 anni – aggiunge la bellissima modella – caddi in depressione e persi l’anno scolastico. Mi feci forza, superai i miei primi ostacoli. Col tempo capii che se non mi accettavo io, non potevano farlo gli altri. Ad oggi posso dire di aver sconfitto tutti i miei demoni, di non aver mai permesso alla vita di finirmi o di rendermi una persona diversa da quella che sono.

Sono riuscita a rimanere me stessa,  anzi, più solare, sorridente e buona. Ho imparato a chiedere aiuto e soprattutto a darlo senza pretendere nulla in cambio. Ho buttato via tutto quell’orgoglio che avevo, che in realtà era una maschera. Troppo facile dare la colpa agli altri, alle volte bisogna avere l’umiltà ed il coraggio di dire ‘sono io il problema’ quindi, risolviamolo!

Quest’anno nel 2018, mi sono rimessa in gioco partecipando nuovamente alle selezioni di Miss Italia (dopo quelle del 2014 NDR) classificandomi in finale regionale. Senza il bisogno di indossare la protesi, di nascondermi, perché io sono così. Ho partecipato, quindi, senza ausili alle altre serate delle selezioni, questa sono io e mi amo così come sono.

Ed è questo il messaggio che – grazie a SuperAbile – voglio lanciare a me stessa e a chi è come me: la vita ti pone gli ostacoli, i limiti li poni tu. Non nasconderti mai, tu sei così, sei nato così, non hai bisogno di coprirti, sii autonomo con il tuo corpo perché ognuno di noi è unico e non deve avere paura di mostrarsi per ciò che è. Oggi ringrazio di essere me stessa, della persona che sono riuscita a diventare, tutto si supera, basta volerlo davvero!”