Viterbese: basta un guizzo di Baldassin per stendere il Potenza

loading...

Valentino Cesarini

NewTuscia – VITERBO – Che Viterbese! I gialloblu battono 1 a 0 il quotato Potenza e ottengono tre punti importatissimi per classifica e morale. E’ il terzo risultato utile consecutivo per i ragazzi di Sottili che si portano a quota 8 in classifica, anche se ci sono ancora sette partite da recuperare. A decidere il match è una rete di Luca Baldassin al minuto 56’ che approfitta di una corta respinta di Ioime ed insacca.

Sottili sceglie il 4-3-3, con un solo cambio rispetto alla gara con il Bisceglie: Polidori prende il posto di Bismark. Davanti a Forte ci sono De Giorgi e De Vito sulle corsie laterali con Atanasov e Sini centrali. Palermo, Baldassin e Cenciarelli sono i tre di centrocampo. In attacco Pacilli, Vandeputte e Polidori. Un solo cambio rispetto all’ultima gara: Polidori per Bismark.

Stesso modulo anche per il Potenza di Giuseppe Raffaele, nonostante diverse assenze (fra tutte quella di bomber Franca). A protezione di Ioime ci sono Matino e Giron sulle corsie laterali con l’esperto Emerson e Di Somma centrali. I tre di centrocampo sono Piccinni, Matera e Coccia, mentre il riferimento offensivo è Salvemini con Strambelli e Pepe sulle fasce.

Parte meglio il Potenza con una punizione di Pepe, con Forte che si distende e dice di no. Ma è un fuoco di paglia, perché la Viterbese alza il ritmo e prende in mano il pallino del gioco. Al 26’ bella triangolazione Baldassin-Vandeputte, con il numero 14 che calcia alto da buona posizione. Passano pochi minuti e al 31’ i gialloblu chiedono un calcio di rigore per un presunto tocco con la mando di Di Somma sulla conclusione ravvicinata di Vandeputte: per Sezza di Seregno è tutto regolare e lascia correre fra le polemiche e i fischi del pubblico locale. Prima del riposo il match ha un sussulto per parte. Prima è Vandeputte a calciare verso Ioime bravo a respingere, poi sul capovolgimento di fronte il colpo di testa di Pepe termina fuori di poco.

La ripresa si apre con ben tre cambi nel Potenza. Raffaele toglie dal campo Matera, Pepe e Salvemini ed entrano Coppola, Guaita e Genchi, ma il modulo rimane lo stesso (4-3-3), anche se gli ospiti abbassano il baricentro. Ed è una scelta sbagliata, perché al minuto 56’ la Viterbese passa in vantaggio. Conclusione dalla distanza di Vandeputte, Ioime non è perfetto e sulla ribattuta Baldassin è il più lesto e insacca senza problemi.

Il vantaggio da morale alla Viterbese, anche perché il Potenza è costretto a rialzare il baricentro. Polidori in diagonale sfiora il raddoppio, prima di lasciare il posto a Saraniti. Alla ricerca del pari gli ospiti lasciano ampi spazi al contropiede, e al minuto 74’ Pacilli calcia trovando la prodezza di Ioime che si riscatta dall’errore del goal.

Il finale è al cardiopalma. Sottili getta nella mischia Rinaldi e Bismark per Vandeputte e Pacilli, passando al 5-3-2. Il Potenza prova a gettare il cuore oltre l’ostacolo, ma nonostante i tre minuti di recupero la Viterbese tiene bene fino al triplice fischio finale.