Fratelli d’Italia Viterbo: “Non accettiamo lezioni da chi continuamente cambia casacca”

NewTuscia – VITERBO – “Toni pessimi che non fanno che acuire le tensioni esistenti in maggioranza, anziché dissiparle.”

Non hanno mezzi termini i consiglieri di Fratelli d’Italia nel definire le dichiarazioni rilasciate dai colleghi della Lega a margine della richiesta di redistribuzione delle deleghe e del riconoscimento del giusto spazio per Fdi nelle commissioni.

“Oltre a non condividere le dichiarazioni espresse nella conferenza di oggi, condanniamo decisamente la presenza, nella stessa, del Presidente del Consiglio comunale, una figura eletta con i voti di tutti che dovrebbe essere la più alta espressione di democrazia e di assoluta garanzia per tutti.

E’ inaudito, per tale motivo, il fatto che prenda parte alla riunione di un’unica espressione politica.

Possiamo giustificarlo in base alla giovane età ed all’inesperienza ma, di certo, non accetteremo altri errori simili da parte di una figura istituzionale.

Teniamo a sottolineare che la nostra attività è al 100% dedicata al bene della città, come testimoniano i numerosi cantieri aperti e la rinascita di Viterbo che è sotto gli occhi di tutti.

Le nostre richieste, come già dichiarato, derivano esclusivamente dalla necessità di rispettare il voto dei cittadini del quale gli eletti dovrebbero essere espressione.

E’ per questo motivo che non accettiamo lezioni da chi ha cambiato casacca più volte negli ultimi mesi per indossare, ogni volta, quella più alla moda.”

Infine registriamo finalmente l’esistenza di un gruppo e di un capogruppo della Lega così da avere un interlocutore e non un loro tutor con il quale relazionarsi ogni volta.

Basta ora con queste beghe che non appassionano nessuno, l’importante è continuare nel lavoro della giunta e del consiglio nell’interesse di Viterbo e dei Viterbesi.

Per questo ringraziamo il sindaco Arena per la disponibilità e l’impegno dimostrato nell’aver alla fine trovato la quadra, assegnando a Fratelli d’Italia la presidenza della Prima Commissione, una presenza in Quinta e l’assegnazione delle deleghe al Personale, Sport e Pubblica Illuminazione”.

 

Fratelli d’Italia – Viterbo