Comune Vallerano: Concerti, teatro, laboratori e presepi statici per l’edizione 2018 di Vallerano incantata

NewTuscia – VALLERANO – Domenica prossima, 16 dicembre, entra nel vivo l’edizione 2018 di Vallerano incantata, la tradizionale manifestazione natalizia che, ormai da alcuni anni, anima il borgo dei Cimini con un programma di iniziative variegate, per grandi e per piccini. Dai concerti agli spettacoli teatrali, dai laboratori alle aperitombole, senza dimenticare gli imperdibili presepi statici allestiti in tutto il centro storico valleranese.

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Vallerano, in collaborazione con la Proloco, l’associazione Madonna del Ruscello, numerose altre realtà associative locali e con il supporto determinate degli abitanti del centro storico, a partire da coloro che, da sempre si prendono cura delle piazze più suggestive del paese, come piazza San Vittore.

Dopo l’apertura ufficiale, avvenuta sabato scorso, con l’accensione dell’albero di Natale in piazza della Repubblica, Vallerano incantata propone numerose attività per domenica prossima. A partire dall’arrivo di Babbo Natale, fino alla distribuzione di caldarroste e vin brulé nel pomeriggio.

Alle ore 18, infine, nel santuario della Madonna del Ruscello, si svolgerà il concerto degli United voice of gospel, un gruppo di straordinari coristi professionisti, tutti di grande talento e riconosciuti nell’ambito della musica gospel statunitense. Negli oltre 15 anni di esperienza insieme, hanno condiviso le scene con tantissimi musicisti Gospel e R&B di livello internazionale in tutto il mondo. La loro incredibile vocalità sarà evidente fin dalle prime note, così come la passione e lo spirito che li guida durante i canti.

“Novità di quest’anno – spiega il sindaco di Vallerano, Adelio Gregori – è il tendone incantato che abbiamo allestito in piazza della Repubblica e che ospiterà tutte le attività in programma fino a domenica 6 gennaio. Vallerano incantata è una manifestazione magica, perché, con le sue luci e i suoi colori, dona un tocco fiabesco al nostro paese e lo rende ancora più attrattivo agli occhi di chi non lo conosce come dovrebbe. È necessario, quindi, che io ringrazi tutti coloro che si sono adoperati affinché la manifestazione, anche quest’anno, potesse essere replicata. A partire dalle associazioni di volontariato e dai tanti nostri compaesani che, da settimane, stanno lavorando all’aperto per allestire i meravigliosi presepi statici, ormai diventati una meravigliosa tradizione nella tradizione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *