Osservatorio UnipolSai sulle abitudini di guida nel Lazio: a Viterbo si registra la velocità media più alta della regione

PRESENTATI I RISULTATI DELL’OSSERVATORIO UNIPOLSAI SULLE ABITUDINI DI GUIDA NEL LAZIO IN SEGUITO ALL’ANALISI DEI DATI DELLE SCATOLE NERE INSTALLATE NELLE AUTOMOBILI

  • Negli ultimi cinque anni è cresciuto l’utilizzo dell’auto nel Lazio (gli automobilisti laziali l’hanno utilizzata 3 giorni in più), ma per tratte più brevi (percorsi circa 550 km in meno).
  • Dal 2013 a oggi il traffico è aumentato: cresce di circa 3 minuti la permanenza quotidiana al volante e si riduce la velocità media di 3 km/h.
  • Gli automobilisti del Lazio trascorrono in media 1 ora e 29 minuti al giorno in automobile a una velocità media di 29,9 km/h. Il venerdì la giornata in cui passano più tempo al volante.
  • Nel Lazio si percorrono 12.541 km l’anno, 300 in più rispetto alla media nazionale, in media 45 km al giorno. Il venerdì il giorno in cui si utilizza maggiormente l’auto.
  • Rieti la provincia in cui si percorrono più km l’anno, 14.342, contro i 12.177 km di chi vive a Roma. I romani all’ultimo posto anche per giorni di utilizzo (275).
  • Latina e Frosinone le province in cui si guida di più durante la notte.

I laziali trascorrono 1 ora e 29 minuti al giorno in automobile a una velocità media di 29,9 km/h percorrendo 45 km al dì. È quanto emerge dall’Osservatorio UnipolSai sulle abitudini al volante degli italiani nel 2017, realizzato in seguito all’analisi[1] dei dati di circa 3,8 milioni di automobilisti assicurati UnipolSai che installano la scatola nera Unibox sulla propria autovettura, settore nel quale la compagnia è leader in Italia e in Europa per numero di apparecchi installati.

In occasione della quinta edizione dell’Osservatorio, UnipolSai ha confrontato i dati del 2013 con quelli del 2017 al fine di analizzare e individuare su un ampio periodo di tempo, le variazioni dei trend e delle abitudini degli italiani al volante in un arco temporale caratterizzato dalla ripresa economica.

“Rispetto a 5 anni fa i dati dell’Osservatorio UnipolSai evidenziano un utilizzo più frequente dell’auto (3 giorni in più rispetto al 2013), ma per tratte più brevi (sono stati percorsi circa 500 km in meno) e un incremento del traffico, testimoniato dall’aumento della permanenza quotidiana al volante di 3 minuti unito a una riduzione di 3 km/h della velocità media”, ha dichiarato Enrico San Pietro, Condirettore Generale Assicurativo UnipolSai.

Secondo i dati di UnipolSai Assicurazioni – prima compagnia in Italia nel Ramo Danni, in particolare nell’R.C. Auto – l’auto nel Lazio è utilizzata 6 giorni in più l’anno rispetto alla media nazionale e si percorrono distanze più elevate (45 km al giorno rispetto alla media italiana di 43). Un laziale percorre, infatti, circa 300 km annui in più rispetto alla media nazionale.

In media i laziali passano 17 giorni (calcolando le intere 24 ore) l’anno al volante, dato in linea con la media nazionale. I romani si muovono a una velocità media di 29,5 km/h, contro i 33,5 km/h di chi vive a Rieti, segno di condizioni di guida più “faticose” per chi deve muoversi nella capitale.

“Il minore utilizzo dell’auto nell’ area metropolitana di Roma (i romani utilizzino l’auto 23 giorni l’anno meno di chi vive a Frosinone e percorrano 1.356 km annui in meno rispetto a chi vive a Rieti) – ha osservato San Pietro – è spiegato dalla difficoltà nel trovare parcheggi, la possibilità di servirsi di mezzi pubblici, l’attitudine all’uso delle due ruote (bicicletta e/o scooter), l’utilizzo crescente di forme di mobilità alternativa (car/bike sharing, taxi, ecc.) e la facilità di accesso a mezzi alternativi di trasporto quali per esempio l’Alta Velocità”.

A eccezione di Roma l’auto si conferma un mezzo imprescindibile in tutte le altre province laziali che, se si esclude Frosinone, non gravitano intorno ad arterie autostradali con la conseguenza che gli abitanti di Latina (7,7%), Viterbo (12,5%) e Rieti (15,2%) percorrono meno km in autostrada rispetto alla media nazionale (17,7% sul totale dei km percorsi) a favore di un elevato utilizzo di strade extraurbane.

Così come nel resto d’Italia, è il venerdì il giorno in cui i laziali si spostano maggiormente in auto, mentre il premio di province più “nottambule” spetta a Latina e Frosinone con il 5% dei km complessivi percorsi durante la notte, mentre a Viterbo si tende a usare meno l’auto al calar del sole (4,31% dei km totali).

Il numero di scatole nere in Italia ha raggiunto circa 7,5 milioni di unità, di cui UnipolSai detiene circa il 50%, un apprezzamento legato non solo per la possibilità di ottenere uno sconto significativo sull’RCAuto e sulla polizza Furto e Incendio per chi sceglie l’installazione di Unibox a bordo della vettura.

In caso di incidente, infatti, la scatola nera è in grado di registrare data e orario dell’evento, posizione Gps, velocità del veicolo ed essere in questo modo particolarmente utile in caso di contestazioni, sia in caso di sentenze del giudice sia in caso di multe non dovute. In caso di incidente grave, il dispositivo può inoltre rappresentare un reale strumento “salva vita” in quanto invia automaticamente un allarme alla Centrale Assistenza grazie al Servizio di Allarme Crash e, infine, in caso di furto del veicolo, ne facilita il ritrovamento.

[1]  Le informazioni riportate nel testo sono il risultato dell’elaborazione di dati aggregati dai quali non è possibile risalire al singolo utente/assicurato.

Km percorsi nel Lazio, dati 2017

Provincia Giorni utilizzo km x Giorno   Km Annui Ore x giorno Velocità % Km Notturni
ROMA 275 44 12.177 1,30 29,8 4,80%
LATINA 298 44 13.154 1,27 30,5 5,04%
FROSINONE 298 45 13.533 1,30 30,3 4,95%
VITERBO 284 49 13.858 1,27 33,7 4,31%
RIETI 284 50 14.342 1,30 33,6 4,58%
Lazio 281 45 12.541 1,29 29,9 4,82%
Media Italia 287 43 12.240 1,27 29,5 4,47%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *