Ficulle, Grande Guerra: collocata in piazza targa commemorativa 58 militari morti

NewTuscia – FICULLE – Una targa collocata al centro storico del paese riporta i nomi dei 58 militari ficullese morti durante la Grande Guerra. La cerimonia di collocazione e svelamento della targa si è svolta nei giorni scorsi a Ficulle per iniziativa del circolo culturale “Il Teatro”, in collaborazione con l’amministrazione comunale. Durante l’inaugurazione i nomi sono stati scanditi alla presenza delle autorità e dei numerosi presenti. “La loro generosità – è stato detto durante la cerimonia – le loro vite spezzate, il loro estremo sacrificio, meritano la nostra costante attenzione, il nostro commosso ricordo, la nostra più sentita riconoscenza”.

Per commemorare la Grande Guerra sono stati organizzate numerose iniziative nel corso del mese di novembre. Dal Consiglio comunale aperto ad una serie di conferenze. Proposta anche una mostra documentale, uno spettacolo recita e momenti musicali.

“Nel corso di queste manifestazioni – dicono gli organizzatori – sono stati rievocati fatti e circostanze che hanno visto protagonista il nostro paese e i nostri soldati. La presentazione di lettere e diari, il racconto di dolorosi episodi ancora sconosciuti, l’approfondimento di temi e avvenimenti riguardanti quel tragico evento hanno sollecitato un’attenta riflessione e indotto a maturare  una coscienza critica ed una sempre più ferma condanna verso ogni tipo di guerra”. (ptn 786/18   12.54)

Ficulle, svolta premiazione concorso annuale “Olivicoltore&Frantoiani”

L’Azienda Tori con il frantoio Leopoldo Gasparri di Ficulle, ha vinto l’edizione 2018 del premio “Olivicoltore&Frantoiani”, promosso, come sempre, dalla pro loco, svoltosi sabato scorso a Ficulle, in collaborazione con Assoprol e il patrocinio del Comune. Al secondo posto l’Azienda Marinali con il frantoio Cataloni Mirando di (Monteleone d’Orvieto. Due sono stati gli oli che hanno ricevuto una gran menzione: quello dell’Azienda La Fina con il frantoio Gasparri e quello dell’Azienda Coltivatorididee con il frantoio Gasparri.

Soddisfatta la presidente della pro loco Sabrina Palazzetti: “Dobbiamo credere di più nel nostro prodotto che da una tradizione millenaria portiamo avanti con amore e dedizione”, afferma. La premiazione si è poi arricchita anche di oggetti della tradizionale terracotta ficullese ed ogni concorrente ha potuto ricevere un report di analisi organolettica del campione presentato. Nuovo concorrente di quest’anno è stato l’olio dell’Istituto professionale per l’Ambiente e l’Agricoltura “B. Marchino” di Fabro Scalo. “Tutti segni – spiega ancora la Palazzetti – di una maggiore consapevolezza rispetto al valore della nostra terra, dei suoi prodotti e di un’agricoltura a km zero che da sempre ci contraddistingue e ci sostiene, confermandosi un valore inalienabile delle nostre zone”. Durante la premiazione è stato sottolineata la grande qualità di alcune tipologie di ulivo che hanno resistito alla gelata, tra cui il “moraiolo” e in generale l’ottimo livello delle produzioni di quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *