Viterbese che beffa: raggiunta nel finale da Evacuo

Valentino Cesarini

VITERBO – Polidori crea, Forte purtroppo distrugge. La Viterbese accarezza per oltre 75’ la prima vittoria in campionato, ma le speranze si infrangono con i due errori clamorosi dell’estremo difensore che regalano il pareggio al Trapani. Finisce 2 a 2 con tantissimi rimpianti. Al Rocchi c’erano tutti i presupposti per festeggiare i primi tre punti: un pubblico numeroso, una giornata soleggiata, l’esordio della maglia per i centodieci anni e i led a bordo campo con punteggio e minuti. I due tecnici si affidano entrambi al 4-3-3. Sottili perde Bovo per un problema fisico, affidandosi al centrocampo formato da Baldassin, Cenciarelli e Damiani, con Palermo che va in panchina. In attacco, senza Saraniti, il riferimento è Polidori, supportato ai lati da Vandeputte e Pacilli.

La Viterbese parte a mille e dopo appena sette minuti è in vantaggio grazie al goal di Alessandro Polidori che di testa, servito da Pacilli, beffa Dini. Il ritmo e il verso della partita è tutto dalla parte dei locali che sprecano il 2 a 0 con Pacilli che calcia alto da ottima posizione. Intorno alla mezzora paura per Cenciarelli che dopo un duro scontro rimane a terra per qualche secondo, facendo scendere un silenzio assordante al Rocchi. Fortunatamente dopo lunghi ed interminabili attimi, il numero quattro torna regolarmente al suo posto. La Viterbese gioca, il Trapani soffre e prima del riposo Vandeputte regala il 2 a 0 a Polidori che da due passi non può sbagliare. Doppietta per il numero 18, che non ne segnava una dal lontano 23 dicembre 2016 quando indossava la maglia dell’Arezzo.

Nella ripresa il tecnico Italiano prova a cambiare qualcosa per cercare di raddrizzare il match, ma è sempre la Viterbese a sfiorare il terzo goal con una conclusione di Cenciarelli che termina fuori di pochissimo. Il tempo scorre, il Trapani prova il tutto per tutto inserendo anche il bomber di razza Felice Evacuo. Ed è la mossa decisiva del match, perché se il Trapani spinge tantissimo, la Viterbese abbassa il baricentro passando ad un 4-5-1 troppo difensivo. Nel finale, sale in cattedra Evacuo, anche grazie alla complicità di Forte, che con due interventi errati, regala il clamoroso pari ai siciliani. Finisce con l’amaro in bocca e con la prima vittoria rimandata. Ora testa a mercoledì, quando al Rocchi arriva il Bisceglie, in una gara da non sbagliare assolutamente.