Sherlock Holmes, intervista “impossibile” a Wegil

NewTuscia – ROMA – E’ Sherlock Holmes il protagonista dell’Intervista Impossibile che si svolgerà oggi a WEGIL, l’hub nel cuore di Trastevere gestito da LAZIOcrea e nato grazie alla Regione Lazio.

Dopo Frankenstein e Jane Eyre, un altro personaggio immortale della letteratura, Sherlock Holmes, si sottopone al fuoco delle domande di uno scrittore del presente. Un incontro immaginato e scritto da Francesco Pacifico, scrittore autore, che ha, tra l’altro, da poco tradotto Conan Doyle, uno dei padri fondatori del giallo e ideatore del detective scienziato, nella quasi certezza che i segreti del ragionamento deduttivo di Sherlock Holmes possano essere di qualche utilità letteraria.

Così lo scrittore si propone come coinquilino di Baker Street e si presenta armato di telefonino al cospetto dell’icona del giallo interpretata da Marco Cavalcoli, artista attore e interprete teatrale che ha recentemente letto per la radio “Uno studio in rosso”, il primo romanzo dove esordisce la figura del celebre investigatore. Una sfida da cui è possibile uscire solo con una sorpresa finale.

Da qui parte l’appuntamento del 26 novembre a WEGIL, “Francesco Pacifico incontra Sherlock Holmes”, a cura di Lorenzo Pavolini, per far rivivere in scena un’icona del giallo, grazie a Marco Cavalcoli. Le “Interviste Impossibili” diventano un’occasione per immergersi nelle parole di capolavori di tutti i tempi, scavando nei personaggi e coinvolgendo il pubblico in un gioco intelligente e originale.