Esclusiva NewTuscia. Morgan Freeman da Ortopedia Giuliani (Foto)

loading...

Gaetano Alaimo

NewTuscia – VETRALLA – Il cinque volte Premio Oscar Morgan Freeman a Vetralla. Da Ortopedia Giuliani. 

Ad annunciarlo Leonardo Giuliani, che ha accolto il celeberrimo attore americano che, prima di Vetralla, era stato già a Pompei e Perugia per girare altre riprese del documentario della National Geographic “The Story of God”.
Freeman è già stato al Muro del Pianto a Gerusalemme, alle rovine di Göbekli Tepe in Turchia, agli Stonehenge e ai templi dei Maya.

Morgan Freman è arrivato a Vetralla senza fare annunci pubblici.

Morgan Freeman ha vinto cinque premi Oscar ed ha avuto tante nominations al riconoscimento cinematografico più importante del mondo.

La sua presenza a Vetralla è stata una nostra esclusiva e siamo contenti di averla documentata ai nostri lettori.

Chi è Morgan Freeman?

Anche se il primo film in cui appare accreditato è Una fattoria a New York City, del 1971, Freeman divenne celebre inizialmente lavorando nello spettacolo per bambini del canale televisivo statunitense PBS The Electric Company e nella soap opera Destini.

A partire dalla metà degli anni ottanta è protagonista di varie pellicole di successo, che dimostreranno la versatilità e il talento di Freeman. Nel 1988 riceve la sua prima nomination al Premio Oscar, come miglior attore non protagonista per Street Smart – Per le strade di New York. Due anni dopo riceve la sua seconda nomination, stavolta come miglior attore, per A spasso con Daisy, venendo però battuto da Daniel Day-Lewis con Il mio piede sinistro.

Negli anni novanta si cimenta in alcuni ruoli da coprotagonista, come in Robin Hood – Principe dei ladri con Kevin Costner, nel western Gli spietati dell’amico Clint Eastwood, nel thriller Seven di David Fincher, accanto a Brad Pitt e Kevin Spacey, e in Virus letale accanto a Dustin Hoffman. Nel 1995 riceve una candidatura al Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico e all’Oscar al miglior attore per la sua interpretazione in Le ali della libertà, tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King.

Nel 2005, alla sua quarta candidatura, riesce a vincere l’Oscar al miglior attore non protagonista per il film Million Dollar Baby, diretto da Clint Eastwood. Nello stesso anno è la voce narrante del film La guerra dei mondi. Viene inoltre scelto dal regista Christopher Nolan per interpretare Lucius Fox nella trilogia di Batman iniziata con Batman Begins. Nel 2009 interpreta il ruolo di Nelson Mandela in Invictus – L’invincibile di Eastwood, grazie al quale nel 2010 è stato nuovamente candidato all’Oscar al miglior attore, in lizza insieme a George ClooneyJeff BridgesColin Firth e Jeremy Renner, risultando però battuto da Jeff Bridges con Crazy Heart.

Nel giugno 2010 presenta la serie di documentari dedicata ai misteri dell’universo Morgan Freeman Science Show, attraverso la casa di produzione Revelations Entertainment, da lui fondata nel 1997 insieme a Lori McCreary.

Il 9 giugno 2011 ha ricevuto dall’American Film Institute l’AFI Life Achievement Award, prestigioso premio alla carriera già conferito, tra gli altri, ad artisti del calibro di Jack NicholsonAl PacinoRobert De NiroMichael DouglasSean Connery e Meryl Streep.[3]

Nel 2012 torna a recitare nel ruolo di Lucius Fox nel film Il cavaliere oscuro – Il ritorno diretto da Christopher Nolan. Nello stesso anno è stato insignito del premio Cecil B. De Mille (Golden Globe alla carriera),[4][5] premio vinto in precedenza da Robert De NiroAl PacinoAnthony HopkinsMartin ScorseseWarren Beatty[6] e Robert Mitchum.[7]

Fonte: Wikipedia