Viterbese: arriva la Casertana. Tutto quello che c’è da sapere

Valentino Cesarini

NewTuscia – VITERBO – Serve un pronto riscatto alla Viterbese dopo i tre KO, ma l’avversario che si presenterà al Rocchi domani alle 18.30 non è dei più semplici. Si tratta della Casertana, squadra composta da un mix di giocatori esperti e di giovani interessanti.

Stemma CasertanaL’AVVERSARIO: La Casertana è stata fondata nel 1908, ha come colori sociali il rosso e blu e come simbolo il falco. Il massimo campionato che giocò la Casertana fu quello di 1° divisione nel 1925-1926, oltre a tre apparizioni in Serie B (1926-1927, 1970-1971 e 1991-1992). La squadra, allenata da Gaetano Fontana, con un passato da giocatore anche con Napoli e Fiorentina, si trova in 8° posizione con 14 punti ottenuti in dieci gare, frutto di 3 vittorie, 5 pari e 2 sconfitte. In trasferta i rossoblu hanno perso contro Rieti e Bisceglie, vinto a Francavilla e pareggiata a Matera e Castellammare. La Casertana ha messo a segno 14 goal, subendone due in meno. Il capocannoniere della squadra è Luigi Castaldo con 5 reti, seguito a 3 da Antonio Floro Flores.

L’ARBITRO: Sarà Daniele De Santis, classe 1987, della Sezione di Lecce a dirigere il match. Accanto a lui ci saranno i due assistenti Michele Falco e Domenico Palermo entrambi della sezione di Bari. Sono 30 le gare dirette in terza serie: 127 cartellini gialli e 3 rossi estratti, con 6 rigori assegnati. La strada di De Santis e la Viterbese si è già incrociata 4 volte e il bilancio sorride ai gialloblù che hanno ottenuto tre vittorie ed un pari. La prima volta risale al novembre 2015 in occasione del derby di Serie D a Rieti terminato a reti inviolate. Nel novembre 2016, in LegaPro, la Viterbese sconfisse in casa la Carrarese per 2-1. La scorsa stagione De Santis ha diretto Viterbese-Livorno di Coppa Italia (netto 3-0 della Viterbese) e la gara di Olbia (28 aprile) decisa da una rete di Cenciarelli. Nessun precedente fra De Santis e la Casertana. 

pallone da calcio

I PRECEDENTI: Un solo precedente giocato nella città dei Papi fra Viterbese e Casertana. Risale al 2 marzo 1997, campionato di Serie C2 girone C. Dopo un primo tempo equilibrato, a inizio ripresa, ci pensò Omar Martinetti a trovare il jolly da tre punti. A fine stagione, quella Viterbese sfiorò i play-off per appena quattro punti, mentre la Casertana retrocesse dopo i play-out.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *