Rifiuti, Mancini (Pd): “Senza ok a bilancio, Ama nel baratro”

NewTuscia – ROMA – “Senza l’approvazione del bilancio di Ama da parte della Giunta Raggi non potranno essere sbloccate le nuove linee di credito concesse dalle banche e che garantirebbero all’azienda continuità finanziaria. Una situazione drammatica, aggravata dall’imminente scadenza delle attuali linee di credito che potrebbe portare Ama verso il baratro”.

Lo scrive in una nota Claudio Mancini, Deputato del Partito Democratico e candidato alla segreteria del PD Lazio.

“Oltretutto il bilancio, verificato dai revisori dei conti, è stato presentato dai vertici di Ama, gli stessi che sono stati nominati dalla Sindaca Raggi. Appare, dunque, strumentale e incomprensibile la mancata approvazione in giunta del bilancio che rischia di portare al collasso la stessa azienda.

E a nulla sembra essere servito lo sciopero dei lavoratori, che per altro a fine mese rischiano di non percepire lo stipendio, così come neanche la drammatica situazione dei rifiuti in strada fa smuovere di un millimetro la Sindaca.

La Raggi aveva promesso di rilanciare Ama e di chiudere il ciclo dei rifiuti. Dopo due anni – conclude Mancini – l’azienda è sull’orlo del fallimento, senza un piano industriale, senza un disegno sull’impiantistica e con una città invasa dai rifiuti. Soltanto la Sindaca Raggi – invece – sembra non essersene accorta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *