Due aggressioni nel carcere di Velletri: 15 novembre manifestazione per salvaguardia l’incolumità durante il servizio

Velletri

NewTuscia – ROMA – Purtroppo dobbiamo segnalare  due aggressioni avvenute oggi  nel carcere di Velletri- una avvenuta stamattina mentre l’altra poco fa- purtroppo in questa ultima il detenuto, straniero, ha aggredito il personale e per, quanto ne sappiamo, è stato necessario portare l’assistente capo presso il pronto soccorso dell’ospedale – dove tutt’ora  si trova per le cure del caso.

Il 15 novembre  la fns cisl scenderà  in piazza  presso il Parlamento.

Occorre una nuova legge delega con finanziamenti che consentano un organico riordino delle carriere che dia risposte in particolare alla carriera degli Agenti ed Assistenti ed a quella dei Sovrintendenti e che valorizzi il lavoro della Polizia Penitenziaria e ne salvaguardi l’incolumità durante il servizio.

Attualmente il sovraffollamento è  di 1.222 detenuti considerato che n. 6.492 risultano essere i detenuti reclusi nei 14 Istituti del Lazio, dato 31 ottobre 2018, rispetto ad una capienza regolamentare di detenuti prevista di n. 5.270 .

Preoccupa il sovraffollamento negli istituti di: Viterbo (+135) ; CC Cassino (+109); CC Frosinone (+140); CC Latina (+ 64), NC Civitavecchia (+158); CCF Rebibbia ( +73); NC Rebibbia ( + 302); CC Regina Coeli (+373); Velletri (+169); NC Rieti( +67).

Solidarietà al collega da tutta la Fns Cisl Lazio

Il Segretario Generale Aggiunto CISL FNS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *