Uccise decine di pecore in azienda agricola tra Bagnoregio, Lubriano, Castiglione in Teverina e Civitella d’Agliano (Foto e video)

NewTuscia – BAGNOREGIO – La segnalazione. “Buongiorno volevo segnalare un problema che affligge i pastori dell’alto Lazio. Siamo costantemente messi alla prova da un’economia che non ci rispetta, in più dobbiamo assistere a continui attacchi al nostro bestiame da parte di cani randagi o lupi, questo purtroppo non lo sappiamo. L’unico dato di fatto certo é che le istituzioni ci hanno abbandonato. C’è rimasta l’unica speranza di fare conoscere la nostra situazione tramite i media. Grazie dell’attenzione”.

Così la nostra lettrice Patrizia Febbraro, titolare di una grande azienda agricola e di bestiame ovino nel comprensorio tra Bagnoregio, Lubriano, Castiglione in Teverina e Civitella d’Agliano.

“La situazione è così per tanti colleghi – conclude la Febbraro – e non ce la facciamo più. Qualcuno deve davveri aiutarci, siamo allo stremo della sopportazione”.