Il Prc di Viterbo aderisce alla manifestazione pro Riace

NewTuscia – VITERBO – Si moltiplicano a Viterbo episodi in cui le scuole sono coinvolte in manifestazioni che si richiamano, direttamente o indirettamente, al fascismo. L’ultimo episodio riguarda l’Ist. Tecnico Economico “Paolo Savi”, dove alcuni studenti si esercitano in classe con il saluto romano.

Non auspichiamo certo che si applichino sanzioni repressive nei confronti di ragazzi che evidentemente non si rendono conto di cosa stia dietro quel gesto esibito in classe. Ma dobbiamo prendere atto che le istituzioni che dovrebbero applicare la legge e la Costituzione – e quindi prima di tutto la Scuola, che va considerata un organo costituzionale, a partire dai dirigenti scolastici –  non si preoccupano di contrastare questi episodi in modo appropriato e con finalità educative.

Per fermare questa deriva, innescata da irresponsabili dichiarazioni ed atti di esponenti della maggioranza di governo, che hanno giurato sulla Costituzione nata dalla Resistenza al nazifascismo, ma anche per sostenere un modello di convivenza civile che ad essa s’ispira, la Federazione di Viterbo di Rifondazione Comunista/SE aderisce alla manifestazione di Giovedì 18 ottobre, indetta dal Tavolo della Pace di Viterbo a sostegno di Mimmo Lucano e di tutti gli/le abitanti di Riace, da qualunque parte del mondo provengano.

Federazione prov.le del PRC/SE