Editoria, Aurigemma (FI): “Oramai siamo alla deriva della democrazia”

NewTuscia – ROMA – “Oramai siamo alla deriva della democrazia. Dopo la presentazione del Def, tutti gli organi di controllo istituzionale, Bankitalia, Ue, Corte dei Conti, e le agenzie di rating, hanno sottolineato le criticità di una manovra rischiosa per la stabilità del sistema Italia. Tali criticità sono state riprese da tutti gli organi di informazione, nazionali e locali, sia televisivi che della carta stampata, senza esclusione di nessuno.

Cosa fa ora la maggioranza di Governo? Invece di ascoltare le critiche e, semmai, presentare alcune modifiche, propone una risoluzione per impedire ai giornalisti e alla stampa di comunicare e fare informazione sulle criticità del documento economico finanziario, cioè di svolgere il proprio lavoro. Neanche nei giorni più bui della nostra democrazia, si è assistito a cotanto attacco all’informazione e ai principi basilari del nostro Paese. Per questo motivo ho inoltrato una richiesta di audizione urgente presso la commissione regionale Vigilanza sul pluralismo dell’informazione, per affrontare la questione. Tutti i giornali di Italia che ricevono fondi, contribuiscono a dare informazioni e notizie sacrosante, e oggi grazie al vice premier Di Maio non ci sarà più questa libertà”

Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *