Il “Fia Hill Climb Masters” si presenta Giovedì a Gubbio e coinvolge le scuole nella sicurezza stradale

NewTuscia – GUBBIO – Inizia giovedì 11 ottobre con un doppio preview il ‘FIA Hill Climb Masters’, che entrerà nel vivo dal 12 al 14 ottobre a Gubbio. Il grande evento internazionale, promosso dalla Federazione Internazionale, da ACI Sport, dal Comitato Eugubino Corse Automobilistiche, dal Comune di Gubbio, che metterà a confronto nel weekend i campioni europei delle cronoscalate, in rappresentanza di 22 nazioni e ben 20 squadre nazionali che si contenderanno la Nations Cup, sarà preceduto giovedì 11 ottobre nella Sala Trecentesca del Comune in Piazza Grande alle ore 9.45 da un incontro con le scuole incentrato sulla sicurezza stradale e il rispetto delle regole alla guida; parteciperanno anche il 10 volte campione europeo e 12 volte tricolore Simone Faggioli e, come autorità, il sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati, l’assessore allo Sport Gabriele Damiani e il presidente del Rotary eugubino Giovanni Pierotti.

A seguire, alle ore 12 ci sarà la CONFERENZA STAMPA di presentazione dell’appuntamento motoristico che da venerdì a domenica ergerà la città umbra a ruolo di “capitale delle corse in salita”, con i campioni europei delle cronoscalate. Il CECA ha voluto organizzare insieme al ‘Rotary Club’ l’incontro sulla sicurezza stradale pensato per i giovani, coinvolgendo gli studenti dell’Istituto Istruzione Superiore “Cassata Gattapone”. Lo sport e la scuola si incontrano per la formazione improntata al rispetto delle regole. Tra le principali prerogative della Federazione Internazionale dell’Automobile, c’è proprio la sicurezza stradale, come testimonia FIA Action For Road Safety, campagna mondiale alla quale aderiscono i più famosi campioni del motorsport. Le regole sono importanti soprattutto per i campioni, non c’è vittoria senza rispetto delle regole.

La figura del pilota istruttore, nel caso di Ivan Pezzolla, un campione Italiano quotidianamente impegnato in veste di collaudatore e di istruttore di guida per supercar, è catalizzante per le giovani platee che vedono nell’esempio del pilota istruttore una figura di riferimento. Il pilota esemplifica dei comportamenti alla guida che insegnano a conoscere delle situazioni e le relative opportune reazioni. I parallelismi tra la guida estrema e la guida di ogni giorno su strada hanno un denominatore comune: il rispetto delle regole per giungere sicuri al traguardo. Dopo la giornata di giovedì, il FIA Masters si apre venerdì con verifiche sportive e tecniche.

Sabato le due prove ufficiali con partenza alle 10 e al termine si terranno la Parata e la Cerimonia di Presentazione di piloti e nazionali. Domenica le tre decisive salite di gara a partire dalle 9. Seguirà la Cerimonia di Premiazione con la consegna delle medaglie d’oro, d’argento e di bronzo per il podio individuale delle quattro categorie e per il podio della Nations Cup con le tre migliori nazionali classificate tra le 20 partecipanti (quella italiana è formata da Domenico Cubeda, Simone Faggioli Christian Merli e Domenico Scola). Il tracciato di gara è quello tradizionale del Trofeo Luigi Fagioli, accorciato a 3,31 chilometri con partenza dalla Gola del Bottaccione e arrivo al valico di Madonna della Cima. Previsto il biglietto unico di 15 euro valido sia per sabato sia per domenica (prevendite presso l’ufficio IAT del Comune di Gubbio).