Regolamentazione orari: no di Unionturismo ad una rigidità

NewTuscia – VITERBO – Una delegazione di Unionturismo, cui ha anche partecipato Vincenzo Ceniti in qualità di segretario nazionale, è stata ricevuta ieri in audizione dalla X Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera presieduta da Barbara Saltamartini nell’ambito dell’esame in sede referente delle proposte di legge per la disciplina degli orari di apertura degli esercizi commerciali.

Unionturismo è dell’avviso che un ritorno alla regolamentazione rigida degli  orari – dopo essere stati liberalizzati – comporti un danno al turismo la cui domanda (soprattutto se effettuata da stranieri) si rivolge ai consumi specialmente nel fine settimana e nelle ore domenicali. Seri dubbi vengono poi espressi sulla natura di comune turistico (dove vigerebbero le eccezioni) e sulle procedure per il suo riconoscimento. Considerazioni  e perplessità anche sullo sviluppo degli acquisti online che con la chiusura domenicale avrebbero un incremento a danno dei punti vendita.

Unionturismo