Cerveteri, inaugurazione Mostra: Dall’Egeo al Tirreno. Capolavori ritrovati di contesti perduti

NewTuscia – CERVETERI – Il recupero dei beni trafugati è tanto più importante quando aggiunge un tassello alla ricostruzione della nostra Storia. In questo senso la mostra “Dall’Egeo al Tirreno. Capolavori ritrovati di contesti perduti”, che inaugura al pubblico a Cerveteri nel Palazzo Ruspoli, il 21 settembre alle 18.00, assume rilevanza in quanto espone un significativo gruppo di opere recentemente riacquisite al Patrimonio italiano.

Lo scavo clandestino e i traffici illeciti spezzano irrimediabilmente la trama che lega gli oggetti alle società del passato e alle comunità del presente. Solo nei casi più fortunati è possibile riannodare alcuni di quei fili. In quest’ottica ogni reperto conserva la propria voce e contribuisce alla narrazione storica solo se inserito nel proprio contesto di appartenenza. In rari casi, alcuni dei materiali rubati, dopo il recupero, possono ancora raccontare almeno una minima parte della loro storia e aiutarci a immaginare il mondo dal quale provengono.

È questo il caso dei vasi esposti nella mostra, che appartengono a due importanti classi di materiali databili tra il VII ed il V sec. a.C. originarie dell’Egeo, ma destinate ad alimentare il lusso delle élites tirreniche e ad esibirne la ricchezza e il potere.

Informazioni e prenotazioni: 06.99552876; artemideguide@gmail.com;

www.sabap-rm-met.beniculturali.it

 

@SoprArcheologia

#Cerveteri   #Capolavoriritrovati   #dallegeoaltirreno@SoprArcheologia @soprarcheologia

Ufficio Promozione

Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio

per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale

Palazzo Patrizi Clementi

Via Cavalletti, 2 – 00186 Roma -Tel. 06.67233002-3