Congresso provinciale del Sunia a Terni

loading...

NewTuscia – TERNI – Si è svolto, presso la sala Ettore Proietti Divi della Camera del Lavoro di Terni, il congresso provinciale del Sunia.

L’elezione delle cariche interne del sindacato inquilini, oggetto dei lavori congressuali, è stata preceduta da una serie di interventi che hanno toccato diversi punti, dal perdurare della crisi nel territorio ternano, che si ripercuote anche nelle situazioni di emergenza abitativa, al ruolo degli enti gestori di edilizia pubblica, fino all’aspetto legislativo nazionale.

In apertura dei lavori il segretario uscente, Romolo Bartolucci, riconfermato alla guida del Sunia di Terni, nella sua relazione si è soffermato in particolare sull’importanza della rigenerazione urbana che, in un contesto dove «gli investimenti dell’edilizia pubblica sono crollati e si riducono i fondi per il sostegno al reddito delle famiglie in affitto», potrebbe «soddisfare la domanda sociale di abitazioni intervenendo sulle parti della città finora escluse, non solo in termini abitativi, ma anche di mobilità, di servizi, di relazioni e inclusione che prevedano quote significative di edilizia pubblica nei programmi».

«Le periferie e i quartieri di edilizia residenziale pubblica – ha sottolineato Bartolucci – devono diventare le priorità politiche delle amministrazioni, perché sono il luogo delle contraddizioni che segnano il destino delle città»

«Rilanciamo – ha inoltre aggiunto – la proposta di bando unico e aperto, indispensabile per velocizzare le assegnazioni e l’erogazione di contributi, ma anche per una conoscenza più puntuale e aggiornata della domanda».

Al congresso, presieduto dalla segretaria del Sunia di Perugia, Cristina Piastrelli, sono intervenuti anche il presidente di Ater Umbria, arch. Alessandro Almadori, il segretario del Sunia di Spoleto, Ivan Pedretti, il presidente di Asspi, avv. Mauro Cingolani, il segretario generale della Cgil di Terni, Attilio Romanelli e il segretario nazionale del Sunia, Aldo Rossi.

I lavori si sono conclusi con la votazione all’unanimità degli organismi dirigenti del sindacato. Riconfermato Romolo Bartolucci alla guida ed eletti la segreteria, il direttivo e i revisori dei conti.