Viterbo, procedono le operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico. Ingorgo sulla superstrada

NewTuscia – VITERBO – Procedono le operazioni per il disinnesco della bomba risalente alla seconda guerra mondiale ritrovata all’aeroporto militare Fabbri. Da stamattina entro le 8.30 sono stati fatti sgomberare residenti, pazienti della Clinica Santa Teresa per essere trasferiti a Belcolle come pure ospiti e dipendenti del Salus Terme. Tutti gli esercizi commerciali ovviamente chiusi, in tutto lo sgombero ha comportato l’allontanamento di circa 2500 persone.

Anche l’energia elettrica è stata interrotta, la E-Distribuzione fa sapere che ha interrotto l’rogazione dalle 8.30 fino al termine delle operazioni nell’area interessa ta e nelle zone circostanti, (precisamente nelle seguenti strade: SP Toscanese, strada Bagni, strada Bullicame, strada Cassia Nord, strada Castiglione, strada del Grillo, strada Freddano, strada Garinei, strada Martana, strada Monterazzano, strada Occhi Bianchi, strada Riello, strada San Lazzaro, strada San Nicolao, strada Santa Caterina, strada Sterpaglio, strada Terme, strada Valore, via Tuscanese). È assolutamente vietato attivare gruppi elettrogeni. È vietato inoltre prendere ascensori e usare cancelli elettronici nei minuti che precedono l’orario della sospensione dell’energia elettrica.

Il punto di ricovero allestito per l’emergenza è la scuola Alessandro Volta, ma finora solo in 12 vi si sono recati e comunque sono rimasti in due, gli altri potrebbero non tornare. Inoltre la maggior parte delle persone ha preferito non usufruire del bus navetta messo a disposizione e lasciare le abitazioni con i propri mezzi.

10.30. Arriva la notizia che i tempi per il disinnesco si sono allungati perché un pezzo della spoletta che era già danneggiata si è rotto e l’operazione dovrà essere fatta a mano.

Nel frattempo si sono create lunghe code sulla Superstrada in entrata e Viterbo, la protezione civile sta distribuendo bottiglietta d’acqua per gli automobilisti costretti ad attendere. Per chi viene da Vetralla – Civitavecchia e da Orte, uscite obbligatorie.

13.40. Il disinnesco è stato portato a termine con successo e le persone possono  rientrare nelle proprie abitazioni e si sta già provvedendo a sbloccare il traffico che sulla strada Bagni ha raggiunto i 3 chilometri. In via di riapertura anche quello sulla Tuscanese.

15.58. È’ stata fatta brillare in un luogo sicuro la bomba che ha causato tanto traffico e disagio a Viterbo. Ora si può finalmente di che tutto si è concluso nel migliore dei modi.