Civitavecchia Asp: affrontare il futuro con una visione unitaria della pallavolo locale

loading...

NewTuscia – CIVITAVECCHIA – Dopo diversi tentativi le due società grazie alla volontà dei rispettivi consigli direttivi hanno raggiunto un accordo per sviluppare insieme i talenti del territorio e affrontare il futuro con una visione unitaria della pallavolo locale.

I due presidenti, Viviana Marozza e Roberto Cosimi hanno affidato ad un unico coordinatore il compito di intrecciare i fili legati agli interessi delle singole società e dei tanti atleti che ne fanno parte allo scopo di formare, laddove possibile squadre più competitive o laddove necessario colmare lacune numeriche,per la formazione di gruppi omogenei per età.

Pur mantenendo la propria autonomia economica e gestionale le due realtà cittadine collaboreranno mettendo a disposizione le proprie strutture, i propri tecnici e le proprie capacità organizzative. Proprio in questa ottica la prima risorsa messa a disposizione dalla Cv Volley sarà il direttore generale del progetto che agirà in completa autonomia, ma in stretta sinergia con i direttivi societari per l’attuazione degli obiettivi. Si tratta di un compito estremamente complesso e articolato che necessita di competenze trasversali sia tecniche che gestionali, così come pure competenze di natura giuridico economiche. Le due società hanno individuato la figura più qualificata in Cristiano Cesarini, dottore commercialista, tecnico di secondo grado ed ex allenatore del centro di qualificazione federale, direttore sportivo da 20 anni, in Asp prima e in Cv Volley successivamente. “Ringrazio le due società per la fiducia accordata, so che coordinare e conciliare tutti gli interessi in gioco sarà un lavoro molto complesso, ma ce la metterò tutta per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati e in questa prima stagione già parzialmente avviata, mi adopererò per gettare le basi per lo sviluppo dell’attività pallavolostica cittadina. La mia volontà è arrivare ad aprile 2019 pronti per una programmazione unitaria della stagione 2019-2020, abbattendo tutti gli eventuali ostacoli alla realizzazione di questo progetto consortile così ambizioso.”