Tunisino pericoloso espulso dalla Polizia di Stato

NewTuscia – TERNI – ​Tunisino, 30 anni, irregolare, pluripregiudicato e con una grande voglia di rimanere a Terni, nonostante le cinque espulsioni (anche da Rieti), un rimpatrio in Tunisia, il tentativo fallito – grazie alla Polizia di Stato ternana – di contrarre matrimonio con un’italiana e in, precedenza, anche una fuga rocambolesca dal Centro di Permanenza e Rimpatrio di Bari.

​Arrivato in Italia più di 10 anni fa, si era lasciato scadere un regolare permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura di Rimini e nel 2014 era arrivato a Terni, dove si era subito fatto notare dagli agenti che lo avevano denunciato più volte per spaccio di sostanze stupefacenti e per rissa.

​Dopo poco la prima espulsione per pericolosità sociale, ma l’uomo non aveva mai lasciato il Territorio Nazionale, spostandosi fra Terni e Rieti per eludere i controlli.
​Domenica notte, l’epilogo della sua permanenza in Italia, quando è stato coinvolto in una rissa all’esterno di una discoteca del centro. Ieri, all’uscita dell’ospedale, ad attenderlo c’era la Polizia di Stato che lo ha accompagnato al CPR di Brindisi per il definitivo rimpatrio nel suo Paese di origine.

Rintracciato dalla Polizia di Stato il tunisino responsabile dell’aggressione alla coppia italiana di venerdì scorso

Irregolare, è stato denunciato per lesioni aggravate e per non aver ottemperato all’espulsione

​E’ stato rintracciato, dopo una breve indagine da parte della 2° sezione della Squadra Mobile, il cittadino tunisino che venerdì sera aveva aggredito, nei giardini di via Rosselli, una coppia di conoscenti italiani per futili motivi. I due, che avevano sporto denuncia in Questura, avevano anche fornito il nome dell’uomo, che è risultato però essere un alias; solo grazie tramite l’individuazione fotografica ed altri accertamenti, gli investigatori sono riusciti ad identificarlo ed a mettersi subito sulle sue tracce.

​Trentadue anni, irregolare in Italia, pluripregiudicato per spaccio di sostanze stupefacenti, varie espulsioni, alle quali non aveva mai ottemperato, è stato rintracciato dagli agenti in centro ed è stato denunciato ed espulso.