“Miracolo di fede” a Santa Barbara, un trasporto perfetto (Foto e video)

Gaetano Alaimo e Marino Cantales

NewTuscia – VITERBO – Il secondo “miracolo di fede” di Santa Rosa è andato in porto ieri sera per il Trasporto della nuova minimacchina di Santa Barbara. Un trasporto perfetto, guidato magistralmente dal Capofacchino Diego Terzoli e ideato da Luca Di Prospero.

Ieri sera c’erano tutti a seguire la prima di Miracolo di Fede: dal presidente del Sodalizio dei Facchini Massimo Mecarini al Capofacchino SAndro Rossi, al sindaco di Viterbo Giovanni Arena, passando per gran parte della giunta comunale. Il vescovo ha impartito la benedizione e, poco dopo, è iniziato il Trasporto.

Tanta la gente che ha assiepato il percorso del quartiere più popoloso di Viterbo quasi una festa di popolo che ha accompagnato attimo per attimo i minifacchini.

La curiosità era per vedere il nuovo modello Miracolo di fede che è formato da un leone in basso, simbolo di Viterbo, quindi il senso di appartenenza alla manifestazione del Trasporto della Macchina di Santa Rosa mediante i loghi del Sodalizio dell’Unesco, di cui fa parte la Macchina nell’ambito della Rete delle Macchina a spalla con Nola, Palmi e Sassari. Quindi altri simboli della città con le rappresentazioni delle vetrate delle chiese di San Francesco e Santa Barbara, mentre intorno la rievocazione del chiostro di Santa Maria in Gradi e Santa Maria della Verità. Nella parte più alta viene rappresentata parte del Duomo di Viterbo e la fontana di piazza delle Erbe.

Perfetta anche la tempistica del Trasporto, con il via dato alle 21.3o e rispetto delle tappe fino al tripudio finale.