Cesare Pompa in risposta al sindaco di San Vito Romano

NewTuscia – SAN VITO ROMANO – Di seguito la breve risposta del consigliere di minoranza di San Vito Romano, Cesare Pompa, al sindaco Maurizio Pasquali sulla questione dell’Istituto Agrario.

Perché il sindaco  fa il processo alle intenzioni?

“Trancia” giudizi su tutti e tutti secondo lui  sono motivati da “interesse di parte”, sia i singoli  consiglieri, sia i gruppi di cittadini, sia le Istituzioni scolastiche (il Rosmini “osteggiato” dall’Agrario).

Adesso sono consigliere di minoranza.

Prima sono stato consigliere di maggioranza.

Mi sono occupato personalmente dell’Istituto agrario sin dalla sua nascita.

Mi sono impegnato in prima persona anche per l‘Istituto comprensivo.

Conosco nel dettaglio tutti gli aspetti delle scuole del nostro paese e i documenti che le riguardano.

Adesso sto seguendo questa vicenda dell’Agrario perché a me si sono rivolti i cittadini e il comitato dei genitori”Uniti per la Scuola”.

Ho raccolto le loro istanze perché sono stati inascoltati da questa amministrazione.

Se questa è una colpa ben venga!

Fare politica è ascoltare e coinvolgere i cittadini, impegnarsi con passione e volere il bene comune.

Quello che conta sono i fatti.

Basta chiederlo ai sanvitesi.

 

Cesare Pompa, “semplice” consigliere di minoranza