Vetralla primo comune del Viterbese a passare all’Anpr

NewTuscia – VETRALLA –  Primo comune del Viterbese e settimo della regione Lazio: dallo scorso giovedì Vetralla è ufficialmente passata all’Anpr (Anagrafe nazionale della popolazione residente), il grande progetto su scala nazionale che permette di accedere in tempo reale ai dati personali rendendo più semplici le operazioni anagrafiche che potranno avvenire attraverso qualunque ente presente sulla piattaforma. Un traguardo importante, frutto di mesi di collaborazione tra il Comune, che sin dalla fine del 2014 ha partecipato ai lavori del gruppo dei comuni sperimentatori, e i professionisti della S.E.I. Informatica che hanno curato la migrazione tramite l’applicativo Sicraweb, software della società Maggioli. Grazie ad un’unica Anagrafe nazionale è ora possibile ottenere certificati anagrafici in qualsiasi comune italiano già presente in Anpr e non più esclusivamente in quello di residenza e, in futuro, i cittadini potranno inoltre collegarsi direttamente on line ad Anpr per richiedere certificati e informative.

Una vera e propria rivoluzione che mira a ridisegnare i processi attraverso cui la pubblica amministrazione si relaziona con i cittadini. Con l’Anpr, infatti, l’Istat gestirà direttamente le statistiche anagrafiche senza che il Comune debba trasmettere gli atti, e ogni cittadino potrà chiedere e ottenere, in ogni momento, i certificati d’interesse da tutti i comuni aderenti all’Anpr (a oggi 373 su 8000) e verificare i propri dati online se munito di Cie (Carta identità elettronica). Non solo. Per i Comuni che come Vetralla migreranno all’Anagrafe nazionale della popolazione residente entro il 31 dicembre 2018, sono previsti dei contributi finanziari messi a disposizione dal Dipartimento della Funzione Pubblica tramite i fondi Pon “Governance e capacità istituzionale” 2014-2020.  Insomma, dopo l’attivazione della Carta d’identità elettronica e l’istituzione del registro Dat (Dichiarazioni anticipate di trattamento, o “testamento biologico”), il Comune di Vetralla ha aggiunto un altro importante tassello alla digitalizzazione dei processi amministrativi.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *