Il via ufficiale alla XIV edizione del Festival TolfArte

NewTuscia – TOLFA – Venerdì 3 agosto il via ufficiale alla 14esima edizione di TolfArtepremiato Festival dell’Arte di Strada e dell’Artigianato artistico ambientato a Tolfa (Roma). Dalle 18,30 fino alla mezzanotte del 5 agosto il centro storico della Città si trasformerà in un percorso artistico di 1500 metri con 140 spettacoli a ingresso gratuito, 300 artisti e 100 espositori di artigianato artistico. Grandi numeri realizzabili grazie al grande lavoro della Comunità Giovanile di Tolfa, al sostegno del Comune di Tolfa e della Fondazione CARICIV – Cassa di Risparmio di Civitavecchia, che offriranno agli spettatori un’edizione di alto livello artistico tra musica, arte circense, teatro, arte figurativa, installazioni e artigianato artistico.

Dopo l’anteprima di giovedì 2 agosto con lo spettacolo “Alla Luna” del Circo Bianco, ecco gli appuntamenti di venerdì 3 agosto: attesissima la performance mozzafiato de Le Baccanti che si esibiranno (anche la sera del sabato) in una danza acrobatica su un cavo che attraverserà piazza Matteotti ad una altezza di circa 20 metri. Le due acrobate hanno vinto con questo spettacolo il Premio della Regione Piemonte per la valorizzazione dell’espressione artistica in strada, esibendosi in importanti eventi come la Cerimonia di Chiusura delle XX Olimpiadi Invernali, la Cerimonia di Apertura delle XXIII Universiadi Invernali, la Cerimonia di Apertura Europei di Tiro con l’Arco. Tra i concerti, i Nuju e gli Slavi Bravissime Persone feat. Adriano Bono e Mondo Cane (Andrea Cota): uno spettacolo a metà tra l’arte di strada e il cantautorato gitano attraversando le sonorità elettroniche e sfociando nel pop. Tutto il concept sonoro si regge sui fiati mentre basso tuba, trombone, bombardini e clarinetti vengono utilizzati in maniera “indie”. 

Torna il Minifestival di Arte di Strada “TolfArte Kids” interamente dedicato al mondo dei bambini, che si terrà dal venerdì alla domenica nella Villa Comunale Parco Fondazione Cariciv. Yoga, arti circensi, improvvisazione teatrale, body percussion, esperimenti scientifici ed informatica creativa sono solo alcune delle tantissime discipline in cui i piccoli ospiti, gratuitamente, potranno cimentarsi ogni giorno dalle 18 alle 23,  per dare libero sfogo alla propria inesauribile fantasia e creatività. Tra le principali novità: Spazio Ludobus, allestito da Officine Sinergiche, un grande contenitore itinerante attrezzato con giochi e strumenti; la Compagnia Circo Bipolar, con uno spettacolo di circo contemporaneo che unirà il teatro di strada e le arti circensi; il coinvolgimento di alcune classi dell’Istituto Comprensivo di Tolfa nell’allestimento artistico di diverse aiuole del Giardino, nell’ottica di promuovere l’educazione e la partecipazione attiva dei bambini alla cura degli spazi pubblici.
L’estesa sezione di Arte Visiva anche quest’anno coinvolge il suggestivo Palazzo Buttaoni. Tra gli artisti espositori: Lucrezia Testa Iannilli, Sergio Storace, Giampaolo Addari, Manuel Ugarte, Paulina X Miranda. Novità di quest’anno è il Blink Circus, ossia un piccolo tendone da circo per 10 spettatori alla volta, contenente la galleria d’arte più piccola del mondo e altre 7 installazioni contenenti fotografie surrealiste, da osservare con lenti di ingrandimento.
A cura del’Associazione Arte altra è l’installazione “Voli di Colore”: aquiloni di diverse misure invaderanno parte del corso principale del centro storico della città. Un segno dell’idea di libertà, creazioni inconsce dove l’occhio dell’artista rivela quei codici estetici, come poetica delle singole identità. Con la direzione artistica di Simona Sarti e la partecipazione di 
Norberto Cenci, Sara De Nardis, Marco Delli Veneri, Giovanna Gandini, Marzia Gandini, Michel Patrin, Elisabetta Piu, Paolo Ronchi, Gabriella Sabbadini, Simona Sarti.

Prenderà avvio anche la sezione dell’artigianato artistico “Il Sapere delle Mani” con circa 100 espositori di ceramica, vetro soffiato e forgiato, lavorazioni di cuoio, lavorazione a tornio, intaglio della pietra, arte del riciclo, oggettistica per l’arredamento, lampade ornamentali, gioielli per tutti i gusti, abbigliamento sartoriale e accessori, abbigliamento veg realizzato con l’utilizzo di tinture e fibre vegetali, progetti di sartoria per il confezionamento di abiti trasformabili, lavorazione dell’antica tecnica del feltro, rimedi naturali ottenuti dalla lavorazione di erbe e spezie essenziali,  liutai e lavorazioni a pirografo per la personalizzazioni di strumenti musicali,  pittura dal vivo, illustrazione, scultura, fotografia. Tutti gli artisti saranno invitati alla lavorazione sul posto per mostrare antiche, moderne o sperimentali tecniche di artigianato. Oltre che dall’Italia, gli artigiani provengono da Argentina, Cile, Venezuela, Messico, Germania, Grecia, Francia.

Si riaccende anche quest’anno la magia della Piazza dei Sapori di TolfArte: la piazza del Comune sarà trasformata in un immenso ristorante, dove si potrà curiosare e sperimentare grazie alla presenza di 20 Food Truck fantasiosi e attentamente selezionati.

IL FESTIVAL
Nato nel 2005 
come ponte di incontro tra la tradizione artigianale e artistica locale, l’arte di strada e l’arte contemporanea e sperimentale, il TolfArte ha mantenuto le sue peculiarità con una crescita esponenziale, confermando nel 2017 le 50.000 presenze che per 3 giorni hanno inondato un paese di circa 5200 abitanti.
Unica nel suo genere, la manifestazione è punto di riferimento per gli eventi del settore: negli anni ha ottenuto diversi riconoscimenti tra cui “Miglior Festival emergente d’Italia” dalla Rete dei Festival (2011), il Patrocinio Ufficiale di EXPO MILANO 2015, il riconoscimento di “Best practice” da parte del network mondiale Cittaslow International (2015) e quello di “Buona pratica in ambito culturale” della Regione Lazio (2016).
TolfArte è gemellato con il Kulturisten festival di Nesodden (Oslo, Norvegia). 
Grande punto di forza, l’ingresso rigorosamente gratuito: l’organizzazione ha voluto mantenere il libero accesso ai tanti spettacoli lasciando agli artisti la possibilità di fare il tradizionale “cappello”, peculiarità dell’Arte di strada.
Da sempre TolfArte si caratterizzata per la grande partecipazione della cittadinanza, sia nell’accoglienza degli artisti e del pubblico, sia nella gestione degli spazi e degli esercizi commerciali che rimangono aperti per tutta la durata della manifestazione, con la possibilità di visitare anche le famose botteghe artigianali del cuoio dove è nata la “catana”, tipica borsa che negli anni ’70 è divenuta il simbolo di Tolfa. Anche l’offerta enogastronomica sarà all’insegna della tradizione: la città di Tolfa è l’unica della provincia di Roma a essere inserita nel network 
Cittaslow International per le sue risorse e la sua ricettività a misura d’uomo.
Il grande impatto che l’evento ha da ben 13 anni sul territorio, ha ispirato una delibera comunale che definisce ufficialmente Tolfa “Amica dell’Arte di strada” liberalizzando l’Arte di strada su tutto il territorio, in controtendenza con le restrizioni presenti in molte altre città. Già dall’arrivo a Tolfa è possibile vedere sul cartello di Benvenuto, il logo che fa riferimento alla delibera e che permette ad ogni artista di esibirsi in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo della città.

Direzione artistica: Claudio Coticoni (Scuderie MArteLive)
Organizzazione: Comunità Giovanile di Tolfa

LINK
www.tolfarte.it
Facebook: 
https://www.facebook.com/TolfArte