Grande successo per il Primo Concorso Lirico Internazionale Città di Orte “Lirica sul Tevere” patrocinato dal Comune

NewTuscia – ORTE – Un pubblico entusiasta ha salutato ieri sera nella splendida cornice di Piazza della Libertà i vincitori del Primo Concorso Lirico Internazionale Città di Orte “Lirica sul Tevere”: ragazzi provenienti da tutto il mondo, che per una settimana hanno seguito le lezioni dei grandi maestri Bruno Praticò, Armando Ariostini e della grandissima soprano Katia Ricciarelli, per poi esibirsi nelle più famose arie della Bohème di Giacomo Puccini.

L’idea di un concorso di “bel canto” sulle sponde del Tevere è del regista e coreografo ortano Sandro Corelli che già ad inizio anno ha illustrato il suo progetto all’Amministrazione Comunale: un’idea di non facile realizzazione, considerata la portata dell’evento, ma che si è rivelata vincente, grazie all’impegno dello stesso Corelli, che ha messo in moto una grande macchina organizzativa, e del Sindaco Angelo Giuliani e del Delegato alla Cultura Valeria D’Ubaldo che hanno seguito da vicino la realizzazione del progetto.

Questa Amministrazione Comunale continua ad investire in cultura, certa della validità di questa scelta, fondamentale per rilanciare la città, per promuovere il nome di Orte nel mondo e per creare nuove opportunità lavorative legate al turismo culturale: è sotto gli occhi di tutti, infatti, l’aumento delle presenze di visitatori nel centro storico, Orte sta diventando sempre più un posto dove fermarsi, oltre che di passaggio obbligato per altre mete più famose.

Iniziative come queste non possono che giovare alla crescita del nostro territorio, la presenza dei numerosi spettatori di ieri e il calore e il consenso dimostrati nei confronti degli organizzatori e degli amministratori, testimonia che i cittadini rispondono se opportunamente sollecitati, e stasera si replica: un altro spettacolo di altissima qualità per la città di Orte.

per l’Amministrazione Comunale

il Delegato alla Cultura Valeria D’Ubaldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *