Coppa Italia: la Viterbese Castrense comincia domenica 29 luglio con il Rende

Valentino Cesarini

NewTuscia – VITERBO – Si riparte! Domani alle ore 18 al Rocchi inizierà ufficialmente la stagione 2018/2019 per la Viterbese. Sono passati cinquantacinque giorni da quando il Sudtirol spense i sogni di gloria nei quarti di finale dei play-off, ma di cose in casa gialloblu ne sono cambiate. Al timone è rimasto lui, il Comandante, Piero Camilli, che ha cambiato la parte tecnica, scegliendo come allenatore Giovanni Lopez, ex Lucchese. Sono partiti diversi giocatori importanti (Iannarilli, Celiento, Baldassin e Calderini tanto per citarne alcuni), ne sono arrivati diversi anche se la tifoseria si aspetta i colpi da 90. Per il momento i due acquisti più significativi, almeno sulla carta, sono stati quelli dell’estremo difensore Francesco Forte e del centrocampista Simone Palermo. Oltre a loro, dall’Ostia Mare è arrivato l’attaccante Roberti di cui si parla molto bene e che si è messo in mostra nei primi allenamenti, al pari del giovanissimo Zerbin. Domani, come detto è già una gara da dentro o fuori: chi vince, domenica prossima sarà di scena sul campo dell’Ascoli per il secondo turno della Coppa Italia. Iniziare con il piede giusto sarebbe importante per mister, squadra e tifosi, che come sempre non mancheranno per incitare i propri beniamini, rinunciando magari ad un bagno al mare.

Il Rende, squadra calabrese, è stata fondata nel 1968 ed è allenata da Francesco Modesto, che la scorsa stagione ha allenato la formazione Berretti. Questa estate ha già giocato tre amichevoli, vincendole tutte: 7 a 0 alla formazione Berretti (reti di Boito, Gigliotti, Laaribi, Awua, Rossini e doppietta di Vivacqua), 8 a 1 al Casali del Manco (goal di Provenzano, doppietta per Blaze e Ferreira, Vivacqua, Gigliotti e Godano) e per 5 a 0 nell’ultima giocata questa settimana contro l’Aprigliano (reti di Goretta, Vivacqua, Ferreira, Godano e Achik). E’ una squadra da non sottovalutare, perché oltre ad essere ad inizio stagione e quindi il carico della preparazione potrebbe farsi sentire, il Rende dispone anche di buone individualità.

A dirigere l’incontro sarà il trentatreenne Nicolò Cipriani di Empoli. Al suo fianco ci saranno i due assistenti Garzelli e Nuzzi più il quarto uomo Ricci. Il fischietto toscano sarà alla prima direzione con i gialloblu, mentre con il Rende ha un solo precedente: era il novembre scorso e la squadra biancorossa espugnò il campo del Monopoli.