Cinema nelle Biblioteche Ronciglione, omaggio a Tonino Zangardi

NewTuscia – RONCIGLIONE – Dal 20 al 22 Luglio il progetto “Cinema nelle Biblioteche dei Cimini” sarà nel Comune di Ronciglione, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Culturali e della Biblioteca Comunale, le proiezioni gratuite saranno realizzate presso lo spazio San’Andrea nel Borgo Medievale e prevedono un film classico e l’omaggio al regista Tonino Zangardi scomparso prematuramente lo scorso Febbraio:

Venerdì 20 Luglio 2018 alle ore 21:30 proiezione di “CINQUE POVERI IN AUTOMOBILE” di Mario Mattoli, che vede protagonisti i grandi Aldo Fabrizi, Edoardo De Filippo, Walter Chiari e Titina De Filippo. Il film realizzato nel 1952 è stato girato in parte nella Tuscia ed in particolare, un episodio, a Ronciglione in Piazza Principe di Napoli. Il film sarà proceduto da un dibattito dedicato alle potenzialità del Cinema per lo sviluppo del territorio con l’Assessore alle Politche Culturali Massimo Chiodi ed il produttore e regista Antonio De Feo.

Sabato 21 Luglio 2018 alle ore 21:30 proiezione di “L’ESIGENZA DI UNIRMI OGNI VOLTA CON TE” e Domenica 22 Luglio 2018 alle ore 21:30 proiezione di  “QUANDO CORRE NUVOLARI” entrambi del regista Tonino Zangardi, che era molto legato alla Città di Ronciglione.  L’organizzazione ha voluto dedicargli questo omaggio insieme al Direttore della Fotografia Dario Germani, che sarà ospite nella serata del 21 e racconterà della vita e delle opere del regista suo amico. Per il dibattito del 22 avremo come ospite il famoso attore Alessandro Haber che racconterà della sua esperienza lavorativa avuta con Zangardi.

“CINQUE POVERI IN AUTOMOBILE” – Una scintillante fuoriserie è il premio vinto da quattro poveracci che hanno diviso la spesa d’acquisto del biglietto di una lotteria. Prima di essere venduta, l’automobile viene usata a turno dagli improvvisati soci per risolvere alcune situazioni, sentimentali e pratiche, che ognuno di loro aveva in sospeso. Le vicende non si svolgono esattamente come i quattro avevano sperato, ma il lieto fine è assicurato dal ricavato della vendita dell’automobile.

“L’ESIGENZA DI UNIRMI OGNI VOLTA CON TE” – Giuliana lavora in un supermercato non per necessità ma per uscire ogni giorno di casa, essendo sposata a Martino, un “mago del fotovoltaico” di origine francese che passa le sere al computer e rifugge l’intimità coniugale. Vivono a Tricase, in Puglia, e conducono un’esistenza priva di sorprese, finché la sorpresa per Giuliana arriva nella persona di Leonardo, un poliziotto che sorveglia il fabbricato dove lei lavora. Quando due rapinatori cercano di svaligiare il supermercato Leonardo interviene e, di fatto, salva la vita di Giuliana, anche in senso metaforico: dalla calma piatta della sua quotidianità la donna infatti vede riemergere il proprio istinto vitale, e in breve tempo le sue resistenze alla passione dell’uomo si sciolgono al sole pugliese.

“QUANDO CORRE NUVOLARI” – Tazio Nuvolari è stato il più grande pilota automobilistico del ‘900. La sua vita è stata una continua sfida con la morte. Ma è con la 1000 miglia del 1948 che Tazio diventa il mito degli italiani. Oltre cinquantenne, conduce la gara in testa fino a pochi chilometri dal traguardo, tradito dalla sua Ferrari 166 SC che lo abbandona definitivamente dopo aver perso il cofano del motore a Gualdo Tadino. E proprio da questo prezioso oggetto recuperato a suo tempo da un bambino, e nascosto per anni nel casolare di quel che è diventato il nonno Mario, che inizia la storia. Nel viaggio verso Mantova per riportare il cofano nella città dove il campione è vissuto fino alla sua morte, Mario racconta a suo nipote la grande storia di Tazio Nuvolari.

Il progetto è promosso dalla Comunità Montana dei Cimini, con il Patrocinio della Regione Lazio (Progetto finanziato con L.R. 26/2009 – Avviso pubblico finalizzato allo sviluppo dei Sistemi di Servizi Culturali) e la partecipazione dei Comuni di Blera, Canepina, Capranica, Caprarola, Carbognano, Nepi, Oriolo Romano, Ronciglio- ne, Soriano nel Cimino, Vallerano, Vetralla, Vignanello, Vitorchiano, Barbarano Ro- mano, Civita Castellana e del Museo della Ceramica di Viterbo.

L’iniziativa sviluppata dall’Associazione Arca e dalla Kinema Association, coinvolgerà biblioteche e servizi culturali dei sedici comuni e darà la possibilità al pubblico di assistere per la prima volta a 50 proiezioni totalmente gratuite di film indipendenti e d’autore.

I film indipendenti scelti con molta cura, daranno la possibilità al pubblico di vedere qualcosa che normalmente non si trova in Tv o nella grande distribuzione.

I film classici, scelti per l’appartenenza ai luoghi, completeranno l’esperienza.