Laura Corrotti (Lega). Plauso ai poliziotti che a rischio della loro salute hanno salvato un uomo

NewTuscia – ROMA – “Sappiamo cosa c’è nel Tevere. C’è di tutto, dalle carcasse delle bici, ai ciclomotori rubati, ai cartelli stradali divelti e poi gettati in acqua. Poi ci sono i topi in quantità industriale. Ma c’è anche e soprattutto, l’inquinamento delle acque nell’ex biondo fiume, acque che contengono colibatteri fecali e il batterio della leptospirosi, una malattia terribile che provocò la morte di un famoso produttore cinematografico negli anni Settanta che ebbe l’ardire di tuffarsi in acqua.

Ebbene – afferma Laura Corrotti (Lega), Vicepresidente della Commissione Tutela del Territorio della Regione Lazio – nonostante tutti questi pericoli, gli uomini della Polizia fluviale non hanno esitato un attimo nel gettarsi nelle acque putride per salvare un ragazzo 37enne lanciatosi nel Tevere per suicidarsi. L’hanno raggiunto, e non senza difficoltà, lo hanno salvato. A loro, al loro coraggio e alla loro abnegazione va il grazie, sincero, della cittadinanza”.