Villa Serena, programmazione e calendario attività

loading...

NewTuscia – MONTEFIASCONE – Programmare. Termine non conosciuto dai più. E soprattutto non praticato. Un verbo che si trova nella prima pagina di ogni manuale aziendale.

A Villa Serena lo conoscono. E lo applicano. “Uno degli appellativi con cui si è soliti definire Villa Serena è ‘Struttura innovativa’ e nell’ultimo anno molti sono stati i progetti intrapresi dall’amministrazione aziendale che giustificano tale definizione”, spiega la presidente  e amministratrice delegata Elisabetta Ferrari.

Il progetto ‘Idee per la rinascita’ patrocinato dal Demanio e dal Comune di Montefiascone è nel vivo del suo svolgimento; la musicoterapia ha portato sia in casa di riposo che in Rsa (residenza sanitaria assistenziale) un nuovo concetto di terapia del divertimento; la disponibilità del collegamento Skype per telefonare ai familiari lontani, consente agli ospiti di parlare e vedere i loro congiunti che vivono in altri comuni; la stagione teatrale che si è svolta nel salone della casa di riposo ha fatto registrare un ottimo successo; gli incontri tra gli alunni delle elementari e i nonni di Villa Serena sono diventati ormai una piacevole tradizione; di recente la Festa della famiglia è giunta alla seconda edizione e ha coinvolto ospiti, familiari e volontari con la santa Messa e il pranzo all’aperto, riunendo tutti in una grande riuscitissima festa.

“Queste attività, e le numerose altre che occupano gli ospiti della struttura, sono state di recente illustrate in un ‘calendario degli eventi’ suddiviso in settimane e facilmente consultabile da ogni visitatore della struttura – continua la dirigente -: il cartellone colorato che accoglie i visitatori di Villa Serena spiega, infatti, in maniera chiara ‘dove’ e ‘quando’ gli ospiti partecipano alle attività organizzate, di cui molte sono appuntamenti fissi, altre sono eventi particolari”. Il calendario è inoltre pubblicato sul sito web e sulla pagina facebook di Villa Serena.

L’ospite di Villa Serena non è mai stato e non sarà mai quel vecchietto abbandonato che nell’immaginario collettivo si pensa rappresenti la condizione tipica di chi è ricoverato in una struttura per anziani. E lo sforzo dei professionisti che operano nella struttura di Montefiascone volge proprio in questa direzione. “Il percorso di innovazione nelle attività occupazionali fa parte, infatti, e si integra alla perfezione con un più ampio progetto di miglioramento continuo nell’erogazione di tutti i servizi di Villa Serena, punto cardine del sistema di gestione qualità – precisa Ferrari -. In questo senso, da un paio d’anni, tutti i settori di Villa Serena lavorano per raggiungere standard di qualità che nel 2017 e, più recentemente, nell’aprile 2018, sono stati certificati. La Uniter di Roma, organo di certificazione Accredia, a seguito di un’approfondita ispezione, ha rilasciato infatti a Villa Serena, per il secondo anno consecutivo, la certificazione di qualità, quest’anno adeguata alla normativa più recente, UNI EN ISO 9001:2015”.

Le prospettive. E ancora: i progetti che bollono in pentola sono numerosi. Tra questi, uno dei più significativi come attività di ricerca e sviluppo è la cartella clinica informatizzata che, dopo mesi di gestazione, sta ormai per essere adottata per tutti gli ospiti della Rsa. Proprio come suggerisce la più recente normativa per la qualità, l’adozione della cartella clinica elettronica è un passo fondamentale verso l’informatizzazione sempre più puntuale dei dati su ospiti e azienda in generale, che conduce a una loro più semplice accessibilità, diffusione e conservazione.

Infine: “Villa Serena dimostra ogni giorno di volersi prendere cura dei propri ospiti, con la professionalità del proprio personale e con tanta passione e umanità. E il difficile ma proficuo percorso di ricerca del miglioramento continuo, ne è la riprova”.