Carlo Piacentini: “Uniamo le forze in modo sinergico per la Viterbese”

NewTuscia – VITERBO – Tornato all’alba dalla bellissima trasferta di Bolzano, bellissima nonostante la sconfitta perché abbiamo vissuto un sogno e abbiamo dato tutto per cui nessun rimpianto e nessun rammarico ma ritengo giusto e doveroso dire un solo e SENTITO GRAZIE ai protagonisti di questa stagione che ci ha visti recitare un ruolo importante sia in campionato che ai playoff senza dimenticare la finale di Coppa Italia ingiustamente persa.
Oggi siamo tra le prime otto squadre di Lega Pro e per tale motivo è opportuno che la prossima amministrazione intraprenda, fin da subito, una proficua e sinergica comunicazione con Piero Camilli per non ripetere gli errori fatti in questi cinque anni in cui le Istituzioni non sono riuscite a stare al passo dei traguardi sportivi raggiunti dalla Viterbese Castrense; per tale motivo sarà di fondamentale importanza garantire all’interno della nuova giunta un Assessore allo Sport.
Tra le priorità da affrontare mi auguro che il futuro sindaco vorrà finalmente:
• trovare il campo da assegnare alla Viterbese per farne un centro sportivo per la prima squadra;
• trovare delle soluzioni per evitare al settore giovanile di dover giocare sempre lontano da Viterbo;
• e in ultimo ma, non per minore importanza, ristabilire una regolarità circa la capienza dello Stadio Rocchi per diminuire la capacità del settore ospiti aumentando invece l’omologazione dei posti della Curva Nord perché avere un settore ospiti che può contenere il 40% dell’intera capienza dello stadio è una forzatura senza alcun senso; contestualmente bisognerà anche lavorare per dotare nuovamente il Rocchi della Tribuna Prato Giardino, possibilmente coperta, per dare un settore in più al pubblico di casa.
Sarà importante da lunedì 11 giugno iniziare a lavorare con Camilli per provare a conseguire un sogno grande che Viterbo merita di coronare e io, qualora sarò eletto, continuerò a sostenere i miei colori affinché a livello istituzionale la Viterbese non venga più lasciata sola.
Cordiali Saluti e Forza Viterbese.

Carlo Piacentini