Micci e Di Marco (Fdi): “Urgente rivalutare le frazioni con i fatti”

NewTuscia – VITERBO – Andrea Micci e Alessandra Di Marco candidati consiglieri per Fratelli d’Italia alle prossime elezioni del 10 giugno a Viterbo, parlano alla coscienza della gente e invitano la futura amministrazione comunale a prendersi carico una volta per tutte anche delle frazioni e degli ex-comuni, come Sant’Angelo, Roccalvecce, Bagnaia, La Quercia, San Martino, Tobia e Grotte Santo Stefano.

Micci per anni ha seguito la vicenda di Sant’Angelo e Roccalvecce, due di quelle frazioni abbandonate a sé stesse, di cui un’amministrazione scadente ed assente non si è mai preoccupata, se non nei periodi elettorali.

“La manutenzione ordinaria deve tornare ad essere la priorità. È solo grazie alla coscienza degli abitanti e al grande lavoro delle pro loco che vengono ancora effettuati i lavori di manutenzione ed organizzati gli eventi.”

“Una situazione sottovalutata dove la gente è stata abbandonata. La prossima amministrazione dovrà rivalutare le frazioni, investire, assistere i loro abitanti, che, non dimentichiamo, fanno parte del Comune di Viterbo e meritano la stessa dignità e lo stesso trattamento di tutti gli altri cittadini”

Andranno designati dei consiglieri di riferimento scelti per ogni frazione, con un proprio comitato di consiglio che riconosce ed espone i problemi di zona. Anche le frazioni hanno bisogno dei loro “capo-bastioni” che riportino ogni problematica della zona di appartenenza affidata.

Referenti di zona, quindi, con doveri specifici, ma anche responsabilità del Consigliere di riferimento, il quale dovrà riportare al Consiglio Comunale e pretendere l’intervento dell’Amministrazione.”

Soluzione questa da anni avanzata da Andrea Micci, anche al di fuori della politica.

“Ognuno di noi può fare molto nel proprio piccolo. Sosteniamo le iniziative che, le pro loco per prime, portano avanti, in alcuni casi da diversi anni. Dal 1 al 3 giugno, ad esempio, si terrà la 38° Sagra delle ciliegie a S. Angelo, vi consiglio di partecipare per assaggiare delle buonissime ciliegie, riscoprire e ammirare un meraviglioso borgo e i suoi panorami.”

Con dei futuri consiglieri di riferimento capaci e soprattutto informati si potrebbe tornare a dare un po’ di luce a questi luoghi, oscurati da una vecchia e malandata maggioranza che per anni non ha assistito e non si è presa cura delle sue “sorelle” frazioni.

Preoccuparsi delle frazioni nella futura amministrazione deve tornare dunque ad essere la regola e non più l’eccezione.

 

Andrea Micci-Alessandra di Marco candidati al consiglio comunale

Fratelli d’Italia – Viterbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *