Lettera di protesta per il patrocinio al workshop Burgarella Quantum Healing

NewTuscia – PERUGIA – Lettera di protesta in cui si illustra l’iniziativa presa dai docenti e ricercatori di Fisica del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia e della Sezione di Perugia dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, per contrastare la sempre più diffusa pratica di usare termini e concetti inerenti alla meccanica quantistica in ambiti del tutto avulsi dalla stessa.

Si invia al Vice Sindaco del Comune di Città di Castello e all’Assessore alla Salute, Coesione Sociale e “Welfare” della Regione Umbria, per manifestare dissenso e sconcerto per l’appoggio (con patrocinio e partecipazione) che gli stessi hanno dato al “Workshop Burgarella Quantum Healing (http://www.cittadicastelloturismo.it/it/manifestazioni/news/698-tra-scienza-e-coscienza.html), che si terrà a Città di Castello nelle giornate del 4, 5 e 6 maggio.

“Al Vice Sindaco del Comune di Città di Castello, Dott. Michele Bettarelli

All’Assessore alla Salute, Coesione Sociale e Welfare della Regione Umbria,

Gentilissimi,

Vi scriviamo, come ricercatori e docenti di Fisica dell’Università degli Studi di Perugia e della Sezione di Perugia dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, per protestare contro il patrocinio dato dal Comune di Città di Castello e per la presenza dell’assessore regionale alla Sanità al “Workshop Burgarella Quantum Healing”. Ci auguriamo che neanche un euro di denaro pubblico sia stato destinato a questa manifestazione priva di qualunque fondamento scientifico.

La Meccanica Quantistica è alla base della Fisica moderna e tutti noi ne facciamo uso quotidianamente nelle nostre ricerche, è una materia altamente specializzata su cui si confrontano, da oltre un secolo, i fisici (non i medici) di tutto il mondo. L’applicazione di questa teoria a una sorta di “Guarigione Quantica” non ha alcun riscontro nella letteratura scientifica, così come non esiste la “Coscienza della Fisica Quantistica”, menzionata nel confuso decalogo pubblicato nella pagina web in cui compare il modulo per l’iscrizione al “workshop” di Città di Castello. Esistono invece, e sono di fondamentale importanza, le applicazioni della Meccanica Quantistica alla diagnostica medica ed hanno portato allo sviluppo di tecniche di uso quotidiano come la Risonanza Magnetica Nucleare (NMR) e la tomografia a emissione di positroni (PET).

L’abuso dei termini “quantico” o “quantistico”, che fanno presa sulla mente di persone non competenti, sta diventando preoccupante nella società italiana, perché allude a capacità scientifiche, in realtà inesistenti, per la guarigione di malattie e per il miglioramento delle condizioni di vita delle persone, con lo scopo presumibile di guadagni basati sull’ignoranza.

Finché questo avviene tra privati cittadini, non possiamo ovviamente obiettare, ma che questo avvenga con il patrocinio di Enti pubblici, non è tollerabile. Nella nostra Regione, presso il Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia e la Sezione di Perugia dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, esistono competenze di alto livello internazionale di Fisica Quantistica, cui vi chiediamo cortesemente di rivolgervi prima di patrocinare o finanziare altre manifestazioni di dubbia validità scientifica.

Cordiali saluti”

I docenti e ricercatori di Fisica del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia e della Sezione di Perugia dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare