25 aprile, il Comune di Viterbo rende omaggio a Mariano Buratti e a tutti i caduti

NewTuscia – VITERBO – In occasione della ricorrenza della Liberazione dal nazismo e dal fascismo, questa mattina è stata deposta una corona d’alloro sulla lapide dedicata alla memoria di Mariano Buratti.

Mariano Buratti, nato a Bassano Romano nel 1902, fu un insegnante, partigiano e militare; morì nel 1944 presso il Carcere di Regina Coeli in quanto oppositore del regime fascista e fu insignito della medaglia d’oro al valore dopo la sua scomparsa.

La cerimonia si è tenuta presso il Liceo Classico viterbese Mariano Buratti, alla presenza di tutte le maggiori autorità, sia militari che civili, tra i quali: il sindaco di Viterbo Leonardo Michelini, il Presidente della Provincia Pietro Nocchi, i sindaci della Tuscia, il consigliere regionale Enrico Panunzi, il questore di Viterbo Lorenzo Suraci, e il prefetto Giovanni Bruno.

Il corteo di autorità e cittadini si è quindi diretto a Piazza del Sacrario, dove altre due corone di alloro sono state deposte sulle lapidi dedicate ai partigiani ed al sacello dei caduti di guerra. A conclusione della cerimonia Enrico Mezzetti, presidente dell’Anpi Viterbo, ha tenuto un discorso sull’importanza della Resistenza, che ha ridato dignità alla Nazione italiana dopo gli orrori del nazifascismo e della guerra.