Successo già grande per la XVII Sagra dell’asparago di Canino

NewTuscia – CANINO – Favorita dalle calde temperature la XVII sagra dell’asparago si avvia a realizzare il nutrito programma del 24 e 25 aprile.

L’amministrazione comunale propone per queste due giornate le piazze e le fontane del centro storico in “fiore”.

Da cornice il mercatino artigianale, il food e le curiosità mentre al centro del  format  la preziosa presenza di stand dell’ortofrutta della CO.PA, la cooperativa locale per eccellenza.

E’ comunque l’asparago verde di Canino il prodotto principe che in queste due giornate si può degustare sia all’interno dell’arancera trasformato ad arte dalla CRAMST professionisti ,che nei ristoranti locali capaci di offrire una tipicità unica nei loro menù turistici.

Accanto alle mostre nel centro storico e l’apertura del museo della ricerca archeologica di Vulci presso l’ex convento S.Francesco, la presenza di spazi per ragazzi e iniziative musicali sono significative per le giornate clou della sagra.

Il 24 Aprile per animare il luoghi storici del paese si alternano  il Bartender Trio, i Tarock Live e l’opera popolare”lavar Cantando”uno spettacolo itinerante delle compagnia delle lavandaie della Tuscia.

il 25 aprile si inserisce a pieno titolo l’iniziativa istituzionale, alla presenza delle associazioni, con partenza del corteo dalla sede comunale alle ore 11,00 accompagnato dalla fanfara dei bersaglieri sez. di Viterbo fino alla deposizione della corona ai caduti.

Nella stessa giornata, la presenza del trucca bimbi, l’esibizione di majorette alle ore 15,30,il gruppo itinerante UNATANTUM marching band, accompagneranno l’attesa del guinness dei primati: la “frittata più grande del mondo” a cura della pro loco di Canino.

La musica live con Bencini in p.za V. Emanuele ed Honorè de Balduck all’Arancera andranno a chiudere questa edizione della sagra dell’asparago verde di Canino, un prodotto che insieme all’olio caratterizza la vivace economia agricola del paese.

Lina Novelli