M5s: presentazione della mostra Viterbo ieri, oggi, domani

NewTuscia – VITERBO – Il Movimento 5 Stelle Viterbo è orgoglioso di presentare la prima mostra dal titolo “VITERBO IERI, OGGI E DOMANI” che si terrà presso la ex chiesa di San Giovanni Battista degli Almadiani, in piazza dei Caduti Viterbo, dal 6 al 13 maggio prossimo.

La mostra metterà a confronto la Viterbo di ieri con quella di oggi e progetterà, insieme a tutti i cittadini, la “Viterbo di domani”.

A tale scopo la mostra è stata concepita come un contenitore nel quale, tutti coloro che lo desiderano, potranno presentare un loro progetto, spaziando tra CULTURA, TURISMO, SPORT, BENESSERE ANIMALE, CENTRO STORICO, FRAZIONI, SERVIZI SOCIALI, VIABILITA’, VERDE, PROMOZIONE DEI PRODOTTI TIPICI, etc.

Il futuro di una città non passa solo da grandi opere che, alcune volte, ne sconvolgono la fisionomia, ma anche dalle piccole e grandi idee di ogni singolo cittadino e non riguardano solo alcuni aspetti, ma tutti gli ambiti della vita quotidiana.

Ogni progetto potrà essere presentato direttamente da chi lo ha ideato o da un relatore.

I progetti saranno valutati in base all’originalità, creatività, fattibilità, all’oggettivo beneficio della comunità, nel rispetto dei principi fondanti del M5S.

Tutti i progetti ritenuti validi dal M5S Viterbo, saranno inclusi nel programma per le elezioni amministrative, con l’impegno formale di essere inseriti nel primo bilancio di previsione utile, dando vita così al primo esperimento di Bilancio Partecipato, che sarà uno dei nostri punti cardine di programma, fermo restando lo scrupoloso rispetto del TUEL.

Il termine ultimo per la presentazione sarà il 10 maggio 2018.

Ci teniamo a precisare che non sarà un concorso, non ci saranno “vincitori”: lo scopo principale è la partecipazione attiva.

Per il MoVimento 5 Stelle inclusione, partecipazione e cittadinanza attiva non sono solo parole: vogliamo che ogni singolo cittadino possa agire sulle scelte che riguardano il luogo in cui vive, disegnando con noi il futuro di Viterbo.

1) Oggetto del progetto
Inclusione e partecipazione costituiscono istanze fondamentali del programma di governo del Movimento 5 Stelle; anche per la nostra città. Tra le modalità realizzative delle predette istanze rientra il bilancio partecipato, un esperimento di democrazia aumentata comprendente la possibilità di inserire, nel bilancio di previsione del comune, voci di spesa/entrata espressamente finalizzate alla realizzazione di proposte progettuali presentate direttamente da cittadini.

Il TUEL (Testo Unico degli Enti Locali) prevede che il bilancio di previsione, ossia il principale strumento di pianificazione economica annuale del comune, sia deliberato dal Consiglio comunale su proposta della giunta comunale; fermo lo scrupoloso rispetto del TUEL, il Movimento 5 Stelle si impegna ad accogliere nel proprio Programma amministrativo e trasferire nel primo bilancio di previsione utile, proposte progettuali formulate direttamente da cittadini viterbesi, coerenti con il predetto programma e con i vincoli, esterni ed interni, di finanza pubblica. Invitiamo i cittadini, indipendentemente dalle appartenenze politiche e dalle preferenze elettorali, a farsi parte attiva nella vita amministrativa della città presentando proposte progettuali che potranno entrare a far parte delle voci di bilancio e, tramite questo, pervenire a realizzazione effettiva.

E’ con questo preciso scopo e su queste basi che il Movimento 5 Stelle di Viterbo promuove e cura il progetto. La premessa e le parti che seguono hanno valore di regolamento del progetto

2) Obiettivi del progetto

Come è stato anticipato, il bilancio partecipato costituisce un innovativo esperimento democratico di particolare interesse per due ordini di motivi: di metodo e di risultati. Di metodo in quanto la partecipazione diretta dei cittadini ai processi decisionali è un importante fattore di coesione sociale e tenuta democratica; di risultati perché, non di rado le proposte dei cittadini risultano migliori e più vicine alle necessità sociali di quelle formulate dagli stessi consiglieri comunali.

Nel nostro progetto il bilancio partecipato è lo strumento per caratterizzare ulteriormente il Programma amministrativo del Movimento 5 stelle quale veicolo non soltanto di istanze ed esigenze ma anche di precise proposte progettuali formulate direttamente dai cittadini.

In sintesi gli obiettivi di “Viterbo che vorrei” sono tre:

  1. a) far emergere e dare concretezza alle energie creative dei cittadini viterbesi;
  2. b) avvicinare i cittadini alla gestione della res publica;
  3. c) migliorare le performance del “sistema-Viterbo” nei settori strategici indicati nel successivo

punto 3.

Il progetto “Viterbo che vorrei” è uno dei più importanti punti d’incontro e d’interazione fra il nostro Programma amministrativo e le proposte dei cittadini viterbesi.

La partecipazione al progetto si realizza mediante la presentazione di proposte progettuali.

3) Ambiti del progetto

Gli ambiti generali delle proposte progettuali sono i seguenti:

  • SVILUPPO URBANO-DEMOGRAFICO: CENTRO STORICO, QUARTIERI, FRAZIONI,

PERIFERIE, SCORCI CITTADINI, VIABILITA’, COLLEGAMENTI, MONUMENTI ETC;

  • CULTURA TURISMO E SPORT;
  • AMBIENTE, SVILUPPO SOSTENIBILE, VERDE, BENESSERE CON E PER GLI ANIMALI;

PROMOZIONE DEI PRODOTTI TIPICI, DELLE START UP E DELLE PICCOLE-MEDIE

IMPRESE LOCALI;

  • EMERGENZE E RISORSE SPECIFICHE;
  • INCLUSIONE E SERVIZI SOCIALI.

Requisito imprescindibile dei progetti è la referenza territoriale in Viterbo.

4) Soggetti proponenti

Il progetto “Viterbo che vorrei” è aperto a singoli e gruppi di cittadini, associazioni, comitati, anche spontanei, scuole di ogni ordine e grado, professionisti, categorie di lavoratori etc della nostra città.

5) Modalità e termini di presentazione delle proposte progettuali

La partecipazione prende avvio con la presentazione di proposte progettuali ossia proposte di sviluppo, promozione, valorizzazione o miglioramento in uno o più degli ambiti indicati al precedente punto 4 da realizzarsi, in tutto o in parte, mediante l’impegno diretto dell’ente comunale.

Le predette proposte progettuali potranno essere prodotte, a cura dei soggetti proponenti, in forma cartacea, digitale o di performance personale e comprendere o consistere in materiali foto-audio-video, allegati tecnici e ogni altra forma o supporto ritenuto utile alla illustrazione dei contenuti e delle finalità delle proposte medesime.

Le proposte progettuali non sono vincolate da format specifici ma dovranno indicare ambito/i, zone, realizzazioni, finalità e ogni contenuto utile alla qualificazione della proposta. Dovranno in ogni caso contenere l’indicazione del soggetto proponente e i recapiti di contatto.

Le proposte dovranno essere, a cura e sotto la diretta ed esclusiva responsabilità dei proponenti, conformi alle vigenti disposizioni in materia di trattamento dei dati personali (D.L.vo 196/2003) e di tutela del copyright e del diritto d’autore (L. 633/1941 e successive modifiche e integrazioni) e di ogni altra disposizione posta a tutela dei diritti di terzi.

Le proposte dovranno essere inoltrate, da parte dei proponenti, al Movimento 5 Stelle di Viterbo entro il 10 maggio 2018 presso la sede sita in via delle Piagge 14, oppure, presso la mostra fotografica VITERBO IERI OGGI DOMANI in piazza dei Caduti (ex chiesa Almadiani), o al candidato Sindaco Massimo Erbetti telefonando al 3333508202.

La proposizione delle proposte progettuali è a titolo gratuito e nulla è dovuto da parte del Movimento 5 stelle e di suoi membri ai soggetti proponenti; la proposizione implica l’integrale accettazione del presente regolamento.

I materiali consegnati saranno restituiti ai soggetti proponenti.

6) Valutazione dei progetti

Le proposte progettuali verranno valutate, con giudizio insindacabile, dall’assemblea del Movimento 5 Stelle di Viterbo, presieduta dal candidato sindaco o da suo delegato, sulla base dei seguenti criteri:

1) coerenza con i valori e i programmi del Movimento 5 stelle e con le norme in materia di tutela di

singoli, associazioni, istituzioni ed etnie;

2) originalità e creatività;

3) chiarezza e completezza della proposta e delle documentazioni;

4) fattibilità e operabilità;

5) ricadute in termini di produttività, miglioramento e benessere locale.

Allo scopo di ottimizzare le procedure valutative, l’assemblea sopra indicata, a suo insindacabile giudizio, si riserva di richiedere eventuali ulteriori informazioni o chiarimenti ai soggetti proponenti.

Le proposte progettuali che, sulla base dell’analisi dei materiali prodotti, dei criteri sopra specificati e di eventuali informazioni aggiuntive acquisite, saranno giudicate idonee, verranno inserite nel nostro Programma amministrativo per il comune di Viterbo e:

  1. a) in caso di esito elettorale positivo, recepite nell’ambito delle voci del bilancio comunale

    nella prima annualità utile e ammesse alla conseguente sequenza realizzativa;

  1. b) in caso di collocazione nel ruolo di gruppo consiliare d’opposizione, oggetto di richiesta

    al sindaco pro-tempore di inserimento in bilancio nell’ambito della prima seduta

    consiliare utile.

7) Illustrazione delle proposte progettuali valutate idonee

Le proposte progettuali valutate idonee saranno portate a conoscenza delle Istituzioni, dei cittadini e degli organi di stampa il giorno della chiusura della mostra “Viterbo ieri, oggi e domani” .

8) Informativa in materia di trattamento dei dati personali (Art. 13  D.L.vo 196/2003)

La valutazione di idoneità di cui al precedente punto 6 e ogni altra forma di trattamento di dati personali sono effettuate unicamente dal Movimento 5 stelle di Viterbo, che ne è il titolare e verranno condotte nella più scrupolosa osservanza delle disposizioni del D.L.vo 196/2003 e strettamente circoscritte all’ambito e alle finalità del presente progetto-concorso. I trattamenti, in forma cartacea e/o digitale, potrà comprendere:

  1. a) redazione di tabelle recanti nominativi, riferimenti e indicazioni di merito;
  2. b) conservazione in archivi cartacei o digitali.

Le operazioni valutative di cui al precedente punto 6 hanno carattere riservato e possono essere svolte alla presenza dei soli membri dell’assemblea del Movimento 5 Stelle di Viterbo. Gli interessati godono ed hanno la facoltà di esercitare i diritti di cui all’art. 7 del predetto D.L.vo 196/2003.

 

MOVIMENTO 5 STELLE VITERBO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *