CNA Matching 2018: PMI e professionisti si incontrano per nuove opportunità di business

NewTuscia – VITERBO – Per creare opportunità, espandere i propri orizzonti e ottimizzare i processi produttivi, è importante fare rete. Con questo obiettivo nasce CNA Matching 2018, evento innovativo che si propone di facilitare nuove occasioni di sviluppo e di relazione tra le imprese e i professionisti che le affiancano.

La prima edizione si terrà nel mese di settembre a Fiera di Roma. Intanto, però, sono aperte le adesioni: si tratta di iscriversi online e di selezionare le imprese che si vorrebbe incontrare. A che scopo? “Stabilire contatti, vendere prodotti, far nascere partnership. CNA Matching è un moltiplicatore di occasioni”, sintetizza la segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia, Luigia Melaragni. Sarà compito degli organizzatori, naturalmente, programmare gli incontri (fino a dieci per ciascuna impresa).

Venerdì 13 aprile, alle ore 17, a Viterbo, presso la sede della CNA (in via I Maggio 3), l’appuntamento per la presentazione del progetto. Con il motto “In un giorno un anno di contatti”, perché si mettono insieme, in una sola giornata, opportunità di sviluppo e di relazione tra imprese e professionisti. Le filiere sono queste: casa e produzione (edilizia, impiantistica, studi di ingegneri/architetti, falegnamerie, lavorazione del ferro, carpenteria e simili), agroalimentare e turismo (trasformazione di alimenti, cantine vini, agricoltura, hotel, ristoranti, agriturismi e simili), comunicazione e terziario avanzato (hardware e software, grafica, service audio video, fotografia, studi di comunicazione integrata, social media service e simili).

“Le combinazioni offerte da CNA Matching – dice Maurizio Mancini, coordinatore del progetto per la CNA di Viterbo e Civitavecchia – sono infinite. La cosa importante è sedersi e confrontarsi: per acquisire contatti, per verificare la capacità di esportare, per creare una rete di opportunità commerciali”.

“Offriamo – conclude Mancini – la possibilità di avere tanti nuovi interlocutori, ora sta alle imprese coglierla”.