Buche a Vetralla: esposto alla Procura della Repubblica del consigliere Giulio Menegali Zelli Iacobuzi

loading...

NewTuscia – VETRALLA – Nella giornata di venerdì 23 ho consegnato un esposto alla Procura della Repubblica, in merito alla gravissima situazione della viabilità nel Comune di Vetralla.
Mi sono visto costretto a questo oneroso passo a causa della totale inefficienza dei provvedimenti fino ad oggi adottati dagli Enticompetenti, a cominciare dall’Amministrazione Comunale per arrivare ad Astral, società assegnataria delle competenze regionali in materia di viabilità e alla stessa Amministrazione Regionale.

Nel farlo ho in realtà invitato gli Enti ad accogliere quanto già indicato dalla Prefettura che, sulla base di valutazioni tecniche, ha individuato una serie di tratti stradali lungo la Cassia di elevata pericolosità a causa del dissesto del manto stradale. Inutile dire che tra questi compaiono anche alcuni tratti nel comune di Vetralla, che tuttavia sono stati lasciati in condizioni di estrema insicurezza, senza peraltro adottare misure straordinarie. Occorre sottolineare che Astral ha provveduto di recente ad una riasfaltatura con procedura d’urgenza del tratto interno alla frazione di Cura.

Provvedimento giunto con una tempistica sospetta a ridosso delle elezioni politiche e a mio avviso senza adeguata valutazione tecnica. Inutile sottolineare come complice di questo grave dissesto sia l’Amministrazione Coppari, il cui immobilismo e la cui compiacenza verso la Regione Lazio possono avere solo motivazioni politiche, del tutto irrispettose del grave sfregio subito dalla viabilità vetrallese e dei disagi infiniti provocati alla cittadinanza.

Del resto nei mesi scorsi anche in Consiglio Comunale e attraverso Interrogazioni ripetute (alle quali non è stata mai fornita risposta) ho evidenziato come inadeguato sia il comportamento del Comune in merito alle strade di propria stretta pertinenza. A fronte di situazioni ormai insostenibili come quelle di via Foro Cassio, via Croce di Pasquini, via dei Cappuccini, via di Giardino, via della Veronica, strada Mazzacotto, via Fosso Grande, via delle Valli, via Corneto, via Viterbo ,via della Noce, via del Pentolino, via dei Pilari, il Comune ha richiesto di poter sforare il “patto di stabilità” usufruendo di somme non spese da altri comuni, che vengono messe a disposizione degli enti che ne facciano richiesta, previa restituzione nei due esercizi finanziari successivi.

A fronte di questo grave indebitamento dell’Ente, la Giunta ha individuato senza alcuna valutazione tecnica, ma sulla base di scelte meramente politiche, i tratti stradali sui quali investire tali somme. Tutti i tratti esclusi da tali scelte della Giunta, è bene chiarirlo, non hanno alcuna possibilità di essere sistemati con tali fondi. Ancora una volta l’operato della Giunta Coppari si contraddistingue per arbitrarietà e inefficienza.

Giulio Menegali Zelli Iacobuzi
Consigliere Comunale