Partecipazione civica sul Tevere: “Il Campidoglio si defila definitivamente dal Tevere?”

NewTuscia – ROMA – Contrariamente a quanto avvenuto fino all’anno scorso, per le manifestazioni estive previste sulle banchine del Tevere il Gabinetto del Sindaco di Roma Capitale ha comunicato che non rilascerà alcuna autorizzazione, riservando la totale competenza alla Regione Lazio, salvo raccolta documentale per l’inoltro alla Polizia Locale.

Nel contempo l’Ufficio Speciale Tevere resta soltanto un annuncio, peraltro più volte effettuato (cfr lanci U.S.T. su sito Roma Capitale). E’ quasi 1 anno da quando, secondo data esplicitamente indicata in uno dei su linkati comunicati di Roma Capitale, avrebbero dovuto avviarsi i lavori. Sono quasi 5 mesi dall’Ordinanza istitutiva firmata dalla Sindaca Raggi (https://www.comune.roma.it/pcr/it/newsview.page?contentId=NEW1802844): ma in effetti, nonostante siano indicati – trattandosi di Ufficio di Scopo – obiettivi anche molto importanti e una scadenza (il 31 dicembre 2018), al momento non si ha notizia alcuna su un direttore, un organico, una sede, un numero di telefono, una mail, una PEC, una pagina informativa su internet delle attività svolte.

L’Ordinanza della Signora Sindaca, fra l’altro, rimandava la nomina di una figura dirigenziale – da preporre all’Ufficio – all’esito della procedura di attuazione della nuova Macrostruttura Capitolina. Ma non vi è traccia alcuna dell’Ufficio Speciale Tevere nella recente Ordinanza (n.49 del 16.3.2018) di conferimento degli incarichi di direzione apicale ed assegnazione di Dirigenti per il conferimento di incarichi Sub Apicali nell’ambito delle strutture di Roma Capitale, neanche con un “interim” (come invece per altro Ufficio di Scopo attivato).

Assume a questo punto ancor più valore il lavoro partecipativo e federativo, partendo dai Municipi, che si coronerà con la firma dell’<<ATTO DI IMPEGNO FORMALE DEL “CONTRATTO TERRITORIALE” (DI FIUME) del fiume Tevere a Roma nel tratto fra Ponte Milvio e Ponte Sublicio nei Municipi Primo e Secondo di Roma Capitale (comprendente interazioni con altri territori fluviali o perifluviali che siano coerenti e sinergiche agli obiettivi locali e generali)>> il prossimo 21 aprile, “Natale di Roma” 2018, presso https://www.wegil.it/progetto/ (seguirà “invito programma”, per un’occasione a sua volta aperta e partecipativa, e non meramente formale). L’Atto d’Impegno discende dahttp://www.unpontesultevere.com/attachments/article/105/Preliminare_Contratto_Fiume.pdf, con la sottoscrizione del Contratto di Fiume che avverrà da parte di numerosi Contraenti.

Partecipazione civica sul Tevere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *