Al via il corso di tamburello organizzato dalla Eta Beta onlus

NewTuscia – VITERBO – Eta Beta onlus sempre in prima fila per il benessere dei ragazzi. Lunedì è iniziato, nella  propria sede a Santa Barbara, il laboratorio musicale di tamburello realizzato con il Dipartimento neurospiachiatria infantile e tenuto da Raffaele Donno, esperto di musica e tradizioni locali salentine.

Un progetto realizzato in collaborazione della Asl, che ha selezionato i dieci adolescenti partecipanti, mentre l’associazione si è presa carico di acquistare i tamburelli necessari ad esercitarsi. La parte artistica sarà gestita da Donno, supportato sul piano vocale dalla cantante popolare Loredana Tamburino.

E’ stato il vice presidente, Mario Carnassale, ad accogliere ragazzi e ragazze, arrivati puntualissimi, che si sono poi disposti a semi-cerchio in attesa di conoscere le novità di questo piacevole impegno. Davanti a loro la dottoressa Licia Ponticello, in rappresentanza del dipartimento Asl, Mario, Raffaele e Loredana, tutti con tamburello pronto all’uso.

E’ stato Donno a raccontare questa nuova esperienza: “Partiremo oggi in questo viaggio musicale a tutto tondo, e approfitto per ringraziare Eta Beta per gli strumenti e la Asl per aver compreso l’importanza del confronto a tempo di musica. Per prima cosa vedremo un video per conoscere il ritmo della taranta, per avventurarci mano a mano nelle lezioni, prima di tecnica, che sarà intuitiva perché molti di voi suonano già uno strumento. Appena saremo pronti inizierà il vero laboratorio, sperimenteremo suoni seguendo lo spirito dei ragazzi, andremo a conoscere le canzoni popolari pugliesi, siciliane e napoletane, attraverso la voce di Loredana, e ci avventureremo anche sui passi base di pizzica e taranta”.

Un vero viaggio nella tradizione popolare musicale del Sud, che permetterà a dieci ragazze e ragazzi di socializzare, imparando un suono e una danza affascinante e divertente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *