Roma, docu-film del “Tour per la sicurezza sul lavoro” promosso da Anmil

NewTuscia- ROMA – Sarà presentato a Roma il 23 marzo, all’ITTIS G. Cardano (Via Tirso snc), dalle ore 10.00 alle ore 12.00, il docufilm del “Tour per la sicurezza sul lavoro” – un’iniziativa straordinaria nel suo genere per promuovere la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali nei luoghi di lavoro, realizzata dall’ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) con il Patrocinio del Senato della Repubblica, dell’ANCI(Associazione Nazionale Comuni Italiani), della RAI, dell’ANSA con il prezioso contributo della TGR Rai che ha sostenuto fortemente il progetto, avendo una costante attenzione attraverso le Testate Giornalistiche Regionali e grazie alla cui collaborazione è stato possibile la realizzazione del documentario che raccoglie le immagini più salienti dei numerosi servizi realizzati per l’occasione – che raccoglie alcune immagini tratte dalle oltre 200 ore di riprese del viaggio intrapreso dal Presidente della Fondazione ANMIL “Sosteniamoli subito”, Bruno Galvani (paraplegico dall’età di 17 anni per un infortunio sul lavoro), che ha attraversato nel 2016 tutta l’Italia, lungo un percorso partito da Monfalcone (GO) il 28 aprile, Giornata Mondiale per la Salute e Sicurezza sul Lavoro, e conclusosi il 17 giugno a Roma.

L’iniziativa ha toccato oltre 40 città nell’arco di 51 giorni per un itinerario di oltre 5.000 km, di cui una gran parte affrontati su sedia a rotelle, mentre in ogni tappa si sono organizzati incontri con studenti, lavoratori, cittadini e vittime del lavoro per una campagna di sensibilizzazione che ha visto il supporto delle Amministrazioni dei Comuni coinvolti nel Tour e di una troupe che ha realizzato il docufilm.

Il video della durata di circa 36 minuti racconta i momenti più salienti del Tour e intende offrire uno spaccato su alcune delle realtà più emblematiche per accadimenti legati agli infortuni sul lavoro. Le colonne sonore del docufilm sono state realizzate dalla cantautrice Mariella Nava e dal rapper Skuba Libre.

Il progetto fa parte delle iniziative di successo che l’Associazione ha organizzato nel tempo per trasmettere l’importanza del valore della prevenzione in ogni ambito di vita, il cui apprezzamento è confermato dal Protocollo d’Intesa che il MIUR ha inteso rinnovare lo scorso ottobre con l’ANMIL – firmato dalla Ministra Valeria Fedeli – che riconosce l’importanza di creare un collegamento stabile tra la scuola e il mondo del lavoro, considerando un anello fondamentale il valore della prevenzione tra la tutela della salute e il diritto ad un lavoro sicuro.

All’incontro, oltre al Dirigente della scuola ospitante prenderanno parte: il Presidente territoriale ANMIL di Roma, Claudio Betti; il Consigliere provinciale ANMIL di Roma e Fiduciario della sede zonale di Monterotondo, Alberto Verzulli, e rappresentanti comunali.

Il “Tour per la Sicurezza sul Lavoro” ha rappresentato un’iniziativa straordinaria per articolazione e coinvolgimento sociale, promossa dall’ANMIL nel 2016 con l’obiettivo di sensibilizzare tutti i cittadini sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro, che per la sua validità è stata Patrocinata dal Senato della Repubblica, dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni d’Italia), dalla RAI e dall’ANSA che, insieme alla TGR Rai, ne sono state Media Partner.

Grazie alla disponibilità del Presidente della Fondazione ANMIL “Sosteniamoli subito” Bruno Galvani (paraplegico dall’età di 17 anni per un gravissimo infortunio sul lavoro), il 28 aprile 2016 ha intrapreso un viaggio – terminato il 17 giugno a Roma – che, con il supporto delle sedi associative presenti su tutto il territorio, ha visto il Presidente Galvani attraversare in carrozzina tutta l’Italia, isole comprese, percorrendo oltre 5.000 km, facendo tappa in 40 città in 51 giorni [ Monfalcone (GO); Grado (GO); Porto Marghera (VE); Adria (RO); Ravenna; Bologna; Rubiera (RE); Fidenza (PR); Piacenza; Broni (PV); Sesto S. Giovanni (MI); Casale Monferrato (AL); Torino; Fossano (CN); Genova; Massa Carrara; Livorno; Rosignano (LI); Ribolla – Follonica (GR); Terni; L’Aquila; Arpino (FR); Isernia; Capua (CE); Caivano (NA); Avellino; Barletta (BT); Molfetta (BA); Bari; Taranto; Cosenza; Lamezia Terme (CZ); Priolo Gargallo (SR); Palermo; Cagliari; Carbonia (CI); Bottidda (SS); Civitavecchia; Roma ] scelte per essere state scenario di alcuni tra i più gravi incidenti sul lavoro o per aver provocato malattie professionali o disastri ambientali e quindi simbolo di una mancata sicurezza che avrebbe potuto risparmiare molte vite.

Oltre 35.000 cittadini e circa 7.000 studenti hanno partecipato alle manifestazioni organizzate per il Tour: 3 concerti (a Piacenza, Taranto e Cagliari) e diversi incontri e convegni promossi insieme ad Università, scuole e aziende per parlare direttamente nelle loro sedi di sicurezza e prevenzione.

Per lasciare traccia di questa iniziativa e per far conoscere questo viaggio intenso ed emozionante, è stato realizzato un docu-film, della durata di 30 minuti, intitolato come l’omonima canzone scritta appositamente per il Tour dal rapper Skuba Libre “Qualcosa Cambierà”.

Grazie alla disponibilità della TGR Rai il docu-film verrà trasmesso sulle reti RAI, mentre con l’attivazione delle sedi territoriali ANMIL verrà diffuso nelle scuole di tutta Italia, ma verrà anche messo a disposizione gratuitamente di quanti vorranno approfittare di questo strumento unico per parlare di prevenzione facendone richiesta alla nostra Associazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la risposta corretta per lasciare il tuo commento *